Cerca
Logo
Cerca
+

Calcio: presunta scalata cordata S. Marino alla Lazio, scattata prescrizione

default_image

Cronaca

  • a
  • a
  • a

Roma, 21 dic. (Adnkronos) - Dopo 8 anni di indagini istruttorie e di processi si e' conclusa con la dichiarazione di non doversi procedere per prescrizione dell'accusa di aggiotaggio il procedimento riguardante una presunta scalata all'acquisizione del pacchetto di maggioranza della 'Lazio' da parte di una cordata di San Marino. A provocare l'indagine fu la denuncia della Consob che determino' l'incriminazione e il rinvio a giudizio di 5 persone per aggiotaggio. L'accusa era quella di aver interferito nel 2003 all'andamento del titolo della 'Lazio' in Borsa attraverso la diffusione di notizie riguardanti il presunto interessamento della cordata che risultarono comunque non corrispondenti al vero. La decisione di dichiarare la prescrizione del reato e' della prima sezione penale del Tribunale di Roma presieduta da Giuseppe Mezzofiore. Imputati nel processo l'avvocato Maurizio Riccardi, i collaboratori di studio Fernando Anselmi, Anna Maria Buono e Zelindo Renato Coletta, nonche' il giornalista Stefano Greco. Con la decisione il Tribunale ha anche respinto tutte le richieste di natura civilistica che in seguito all'inchiesta erano state presentate dalla Consob e dalla Lazio che si erano costituite parte civile nel procedimento. Secondo l'accusa gli imputati avrebbero diffuso a cominciare dall'agosto del 2003 notizie false circa l'interessamento della cordata all'acquisizione del capitale della Lazio.

Dai blog