Cerca
Logo
Cerca
+

Caso Mills: Berlusconi, sono molto sollevato

default_image

Cronaca

  • a
  • a
  • a

Milano, 22 dic. (Adnkronos) - "Molto sollevato". Cosi' l'ex presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, si definisce oggi a conclusione della udienza nell'ambito del processo sul 'caso Mills' ovvero del processo che vede Berlusconi accusato di reato di corruzione in atti giudiziari. "E' stata un'ottima udienza e il riconoscimento da parte dell'avvocato Mills (della estraneita' di Berlusconi) che conclude la vicenda", ha fatto presente l'ex premier, sottolineando anche che "il fisco inglese ha aperto un'inchiesta (sulla vicenda dei 600 mila dollari) e ha gia' fatto pagare a Mills" il dovuto. In sostanza "si tratterebbe di una vicenda gia' conclusa se dessimo credibilita' al fisco inglese. Ma comunque oggi c'e' stata una parola chiarificatrice. Una chiarezza al cento per cento arrivera' quando Attanasio confermera' quanto e' stato detto da Mills". Berlusconi, parlando con i cronisti uscendo dal palazzo di Giustizia, ha ricordato qualche passaggio delle dichiarazioni rese dall'avvocato inglese David Mills, interrogato in videoconferenza dal pm Fabio De Pasquale. "Si e' visto costretto a confermare -ha sottolineato l'ex premier- che aveva dovuto inventare per evitare di pagare il fisco. Oggi in maniera chiara" ha smentito la prima versione, scagionando Berlusconi e scusandosi per i problemi che gli avrebbe procurato. Quella di Mills oggi e' una versione che "verra' confermata dai nostri difensori". A chi gli faceva notare che, pero', Diego Attanasio avrebbe smentito la tesi di Mills, ovvero che sarebbe stato lui a dargli i 600 mila dollari, "Attanasio non ha smentito, ma ha semplicemente evidenziato che i contorni della vicenda erano diversi e riguardavano un quantitativo di denaro piu' importante, all'interno del quale va ora specificato quale ruolo avevano quei 600 mila dollari che, comunque, Mills ha ricevuto da Attanasio per prestazione professionale. "A gennaio avremo Attanasio in udienza e sara' messo di fronte alla necessita' di confermare" la versione di Mills.

Dai blog