Cerca
Logo
Cerca
+

Pompei: Rodano (Idv), basta annunci, si torni a tutela ordinaria

default_image

Cultura

  • a
  • a
  • a

Roma, 22 dic. (Adnkronos) - ''E' ora di uscire dall'emergenza. Su un sito come quello di Pompei non si puo' intervenire 'una tantum', con fondi straordinari e piani speciali che peraltro non vedono mai la luce. Occorre un investimento finalizzato al rilancio della tutela e della conservazione ordinaria del sito''. Lo dichiara in una nota Giulia Rodano, responsabile nazionale Cultura e Istruzione dell'Italia dei Valori, che aggiunge: ''Sarebbe l'ora di programmare un intervento ordinario, almeno triennale, che restituisca ai beni culturali almeno quanto e' stato 'maltolto' da Tremonti in questi anni. Invece sono almeno tre anni che si annunciano per Pompei interventi derivanti sempre dallo stesso intervento straordinario con fondi europei''. ''Anche il ministro Ornaghi, di recente, ha riconosciuto l'importanza di restituire certezza alle strutture ministeriali e tornare ai finanziamenti ordinari -continua Rodano-. Mi auguro quindi che presso l'ufficio del ministro questo ennesimo crollo nell'area archeologica di Pompei non passi inosservato. Prima Bondi e poi Galan ci hanno abituati ad annunci mirabolanti di finanziamenti e di interventi, ma gli incidenti non sono cessati e lo stato di abbandono ed incuria si fa sempre piu' visibile''., continua Rodano. ''Pompei, come del resto molte altre archeologiche del nostro Paese -prosegue Rodano- ha bisogno di interventi ordinari, continui e efficaci. Ha bisogno di lavoro concreto e non solo di conferenze stampa. Sarebbe importante invece che gli interventi per rendere strutturale e continuativo l'intervento a tutela dei beni culturali facessero parte di quel pacchetto di misure per lo sviluppo e la crescita di cui il Paese ha estremo e urgente bisogno. Ogni euro investito in cultura rappresenta una crescita della ricchezza e della competitivita' dell'Italia. Vedremo -conclude Rodano- una discontinuita' e un'inversione di tendenza?''.

Dai blog