Cerca
Logo
Cerca
+

Carceri: Papa, sono la negazione dell'essere umano

default_image

Politica

  • a
  • a
  • a

Roma, 24 dic. (Adnkronos) - ''Il carcere e' la negazione dell'essere umano. E' Natale, ma li' e' come vedere sempre Cristo sul Golgota. Sempre crocifisso. Serve una politica piu' attenta e sensibile ai problemi dell'umanita' dolente dietro le sbarre. Ai detenuti auguro, attraverso l'impegno della politica, di avere un sistema carcerario certo. Ma piu' umano''. Lo dice all'Adnkronos Alfonso Papa, il deputato del Pdl da ieri sera libero dopo la decisione della II sezione del Tribunale di Napoli che ne ha disposto la scarcerazione dagli arresti domiciliari. ''Nelle intenzioni di qualcuno, dovevo passarci il Natale a Poggioreale -si rammarica- Mi ritengo fortunato perche' lo trascorrerro' con la mia famiglia, ma il mio cuore sara' in quel carcere con i detenuti, il personale e tutti coloro che si trovano a operare in condizioni al limite dell'umanita'''. ''Questa mattina -racconta- sono andato a Poggioreale perche' intendevo portare una testimonianza di vicinanza ai miei ex compagni di cella. E' il mio primo gesto da uomo libero. Ma dedichero' la mia vita -assicura il parlamentare del Pd- alla causa dei detenuti. In Italia 28.000 ci sono persone sottoposte a custodia cautelare. La popolazione carceraria e' all'inferno e aspetta da anni interventi strutturali. Voglio ringraziare il mio partito, il Pdl, e Marco Pannella, che in questi mesi di detenzione mi sono stati sempre vicini''.

Dai blog