Cerca
Logo
Cerca
+

Potenza: strage di Genzano, condanna dalla famiglia dell'omicida

default_image

Cronaca

  • a
  • a
  • a

Potenza, 27 dic (Adnkronos) - In una lettera aperta, affissa ai muri come manifesto, la famiglia di Ettore Bruscella, autore della strage della vigilia di Natale a Genzano di Lucania, condanna ''chi ha commesso questo orrendo crimine''. Bruscella ha ucciso Maria Antonia Di Palma, detta Ninetta, di 55 anni, davanti alla sua lavanderia in via Vulture, e poco distanti sono stati colpiti ed assassinati i figli, Matteo e Maria Donata Menchise, di 27 e 31 anni. Ha usato un fucile da caccia caricato a pallettoni, regolarmente detenuto. La moglie, i figli e i nipoti di Bruscella si sono apertamente dissociati, esprimendo ''immenso dolore'' per ''la tragedia che ha colpito e ha distrutto in modo diverso tante famiglie, sconvolgendo la nostra comunita'''. Nel dissociarsi, disapprovano ''nel modo piu' assoluto il gesto, condannando chi l'ha commesso''. Da una ricostruzione piu' approfondita dei fatti, emerge che il triplice omicidio e il ferimento di Leonardo Menchise siano avvenuti nel giro di un quarto d'ora appena.

Dai blog