Cerca
Logo
Cerca
+

Sanita': assessore Puglia, 2011 si chiude con maggiore capacita' controllo spesa

default_image

Economia

  • a
  • a
  • a

Bari, 28 dic. - (Adnkronos) - ''Il 2011 si chiude con una maggiore capacita' di controllo della spesa sanitaria: siamo in una situazione ragionevole di contenimento della spesa sanitaria, che vale l'88% del bilancio regionale di quest'anno''. Cosi' l'assessore alla sanita' della Regione Puglia, Tommaso Fiore, nel corso del dibattito nel Consiglio regionale sul disegno di legge relativo al bilancio di previsione per il 2012 e quello pluriennale 2012/14. ''Le addizionali sull'Irap e l'Irpef del 2012 copriranno la spesa'', ha aggiunto l'assessore. ''Ad oggi la perdita stimata e' di 229 milioni di euro, la somma di 195 milioni di euro di perdita vera e propria e 34 milioni di euro degli 'extra Lea' (prestazioni in piu' rispetto ai livelli essenziali di assistenza nazionali con costi che per legge devono trarre finanziamento nel bilancio autonomo, ndr). La previsione al 31 dicembre - ha continuato l'assessore - vede una riduzione cospicua ed ulteriore del deficit che dovrebbe attestarsi sui 52 milioni di euro. Nel 2012 temiamo un aggravio di deficit che potrebbe essere di 30 milioni di euro determinato dall'aumento dell'Iva. Una circostanza che riguarda tutte le regioni che hanno chiesto al governo nazionale di sterilizzare l'aumento per il 2012 ed evitare cosi' questo presumibile aggravio del deficit. E' necessario ribadire che la Regione Puglia e' l'unica regione che sia entrata in Piano di rientro non per eccessivo disavanzo strutturale finanziario, cioe' oltre una soglia percentuale rispetto al finanziamento del Servizio sanitario nazionale che e' variata negli anni scendendo dal 7% al 5% per il 2010, la Regione Puglia ha chiuso al 4,93%, bensi' a causa di un indebitamento che nulla ha a che vedere con il bilancio sanitario e cioe' per la violazione dell'obiettivo del patto di stabilita' interno per gli anni 2006 e 2008''. (segue)

Dai blog