Cerca
Logo
Cerca
+

Sicilia: assessore Armao, nel 2012 tagli per 1,5 mld, misura insostenibile

default_image

Economia

  • a
  • a
  • a

Palermo, 29 dic. - (Adnkronos) - "Nel bilancio 2012 avremo tagli ulteriori per quasi un miliardo e mezzo di euro. Se facessimo una finanziaria a costo zero, cioe' senza dare un solo euro ai Comuni, allora i tagli si ridurrebbero a 739 milioni di euro''. A scattare la fotografia del prossimo anno finanziario della Regione siciliana e' stato l'assessore all'Economia del Governo Lombardo, Gaetano Armao, incontrando la stampa per fare il punto su quanto e' stato realizzato nell'anno che volge al termine. ''Il 2012 e' un anno in cui il Governo nazionale impone un taglio di circa un miliardo e quattrocento milioni sul bilancio - ha spiegato - Senza una riconduzione della nostra autonomia finanziaria nel rispetto delle previsioni statutarie e dell'attuazione del federalismo e' insostenibile come misura. Dobbiamo necessariamente rinegoziare l'autonomia finanziaria chiedendone la piena attuazione al Governo nazionale altrimenti non ci puo' essere sostenibilita' finanziaria''. Per Armao, quello appena trascorso e' stato un anno importante caratterizzato da ''un'opera di risanamento coniugato con interventi di investimento, quali quelli con la programmazione europea, che non ha visto disimpegnare nemmeno un euro dei 2miliardi e mezzo a disposizione, ed iniziative come il credito d'imposta, il fondo Jeremy e Jessica per le imprese e le autonomie locali. Rispetto al 2001 - ha concluso - abbiamo avuto un abbattimento della spesa corrente di 3 miliardi di euro, con un raddoppio degli investimenti''.

Dai blog