Cerca
Logo
Cerca
+

Sardegna: Gen. Robusto, cala numero delitti e aumenta numero di quelli scoperti

default_image

Cronaca

  • a
  • a
  • a

Cagliari, 30 dic. - (Adnkronos) - Cala il numero dei delitti in Sardegna e aumenta il rapporto tra quelli perseguiti e scoperti rispetto al 2010. Sono stati infatti 40.506 quelli del 2011 contro i 44.745 del 2010, con un aumento favorevole del rapporto tra quelli perseguiti e scoperti del 14% (40.5% del 2011 contro il 26% nel 2011). L'arma procede nell'80% dei casi, con i suoi 4500 uomini dislocati sul territorio regionale, numero ''che raddoppia per l'entusiasmo'' dei militari nel loro lavoro. Lo ha comunicato stamani, nel corso del tradizionale incontro di fine anno con la stampa, il generale di brigata Luigi Robusto, comandante delle Legione Carabinieri Sardegna. ''Ma al di la' dei numeri - ha detto il comandante regionale dell'Arma - qui c'e' la presa di coscienza del reato. Siamo in una terra dove le regole vengono rispettate, dove un automobilista si ferma quando un pedone attraversa la strada, e questo significa molto. Siamo in una terra sana''. Praticamente scomparso nel panorama dei delitti, negli ultimi anni, e' l'atavico male della Sardegna, il sequestro di persona, ma aumenta, e ne prende triste primato nella classifica, il traffico di droga. ''Si rischia di meno e si guadagna di piu''', ha spiegato il generale Robusto, e seppur non essendoci una forma di criminalita' organizzata come in altre regioni d'Italia, la Sardegna soffre dell'influenza di organizzazioni criminali extraregionali. ''Purtroppo e' tanta la droga che entra nell'isola perche' c'e' una domanda sempre crescente dovuta al malessere ed al disagio sociale''. Nel corso dell'anno i carabinieri hanno sequestrato 82,5 kg di hashish, 5,4 di eroina, 6 di cocaina, 2662 piante di cannabis indica e 1514 compresse di ecstasy.(segue)

Dai blog