Cerca
Logo
Cerca
+

Capodanno: a Venezia vietati 'botti' privati, di scena fuochi artificiali a San Marco (3)

default_image

Cronaca

  • a
  • a
  • a

(Adnkronos) - Una quarta ordinanza e' stata poi disposta dal sindaco di Venezia, Giorgio Orsoni, e riguarda la limitazione alla vendita e somministrazione di acolici e superalcolici durante la notte di Capodanno. Il provvedimento e' stato emesso sia per evitare che chi esagera col bere provochi episodi di disturbo, sia che si accumulino a terra vetri frantumati, che possono creare un pericolo alla pubblica incolumita', oltre a rappresentare un notevole aggravio di lavoro per gli operatori Veritas, che garantiscono la pronta pulizia delle aree interessate dalle manifestazioni. Nel far riferimento all'ordinanza comunale gia' in vigore che vieta la vendita per asporto di bevande alcoliche e superalcoliche dopo le ore 21 per tutti gli esercizi di commercio al minuto e quelli artigianali, nonche' al recente diniego della Questura di Venezia ''alla vendita di alcolici con banchetti su plateatico esterno'', il provvedimento del sindaco dispone che, dalle ore 21 di sabato 31 dicembre alle ore 6 di domenica 1 gennaio e' vietato somministrare alimenti e bevande agli esercizi ubicati in centro storico nell'area marciana (fino alla Calle Larga San Marco compresa) e nella zone di Piazzale Roma e della Ferrovia (comprese Lista di Spagna e Fondamenta San Giobbe); a Mestre nell'area di Piazza Ferretto. E' inoltre vietato vendere o somministrare nei plateatici esterni ogni tipo di bevanda in contenitori di vetro.

Dai blog