Cerca
Logo
Cerca
+

Capodanno: Osservatorio Milano, per 21 milioni di italiani niente sfarzi o viaggi

default_image

Cronaca

  • a
  • a
  • a

Milano, 30 dic. (Adnkronos) - A causa della crisi saranno 21 milioni gli italiani che non festeggeranno l'ultimo dell'anno con cene sfarzose o viaggi. E' quanto sostiene il presidente dell'Osservatorio di Milano, Massimo Todisco, spiegando che "con la crisi che galoppa le famiglie rivedono i propri bilanci e la prima voce da tagliare sono state le spese per le vacanze e il costo dei regali, visto che si cerca di mantenere la tradizione della cena dell'ultimo dell'anno senza piu' i fasti di un tempo, basta una bottiglia di spumante e un panettone". Secondo l'Osservatorio di Milano 9 milioni di famiglie povere, pensionati, famiglie a mono reddito, cassintegrati, licenziati, lavoratori stranieri in nero, per un totale di 21 milioni di persone, con un reddito inferiore ai 12.000 euro l'anno, non festeggeranno, dunque, l'ultimo dell'anno e tanto meno faranno vacanze e regali. Le 16 milioni di famiglie, per un totale di 34 milioni di persone, di ceto medio-basso con reddito che va da 12 ai 25.000 euro l'anno hanno ridotto del 10% le spese per l'ultimo dell'anno fra addobbi e cena. Cinque milioni di famiglie di ceto medio, per un totale 12 milioni di persone, con un reddito che non supera i 25-40.000 euro l'anno mantengono la tradizione del cenone di capodanno, hanno risparmiato il 30% sui regali, al massimo si possono permettere un breve capodanno in montagna che coincide con la fine dell'anno. (segue)

Dai blog