Cerca
Logo
Cerca
+

San Raffaele: l'ospedale di don Verze' da 1,5 mld di debiti al rilancio/Adnkronos

default_image

Cronaca

  • a
  • a
  • a

Milano, 31 dic. (Adnkronos) - E' morto poche ore prima di un'altra tappa cruciale per l'istituto che aveva fondato ormai nel lontano 1971: l'apertura delle buste con le offerte per il San Raffaele che avrebbero aperto la strada a un potenziale nuovo ingresso ai vertici. L'ennesimo. Don Luigi Verze', riferiva spesso chi gli stava vicino, soffriva del fatto che qualcuno potesse snaturare la sua creatura. Ma la situazione era drammatica per l'Irccs di via Olgettina quando a luglio lo stesso sacerdote manager annuncio' l'avvicendamento nel cda della Fondazione Centro San Raffaele del Monte Tabor, con l'uscita dei suoi fedelissimi e l'ingresso di Giuseppe Profiti in qualita' di vicepresidente plenipotenziario, Ettore Gotti Tedeschi, Vittorio Malacalza, Giovanni Maria Flick e i due consiglieri Massimo Clementi e Maurizio Maria Pini (anche loro si sono poi dimessi il 21 ottobre). Le voci di debiti si rincorrevano ormai da mesi. Il 2011 era cominciato nel segno della crisi: il san Raffaele alle prese con debiti per circa 800 milioni di euro fra esposizione con banche e fornitori e ad aprile la Fondazione impegnata in un progetto di rilancio coordinato dal banchiere Carlo Salvatori, allora membro del Cda. (segue)

Dai blog