Cerca
Logo
Cerca
+

Carceri: Capece (Sappe), sventato tentativo suicidio detenuto a Messina (2)

default_image

Cronaca

  • a
  • a
  • a

(Adnkronos) - ''Giova ricordare che questa organizzazione sindacale -sottolinea Capece- ha piu' volte denunciato, a tutti i livelli, lo stress che tutto il personale e' costretto a subire per garantire livelli minimi di sicurezza. Non dimentichiamo che alla Casa circondariale di Messina vi e' una carenza di uomini di almeno 100 unita'; che a queste si aggiungono ulteriori 23 unita' necessarie per l'apertura del reparto detentivo presso l'azienda ospedaliera 'Papardo' di Messina, ad oggi chiuso proprio per la 'Diffida all'apertura' che dovra' avvenire solo ed esclusivamente dopo l'invio di adeguato numero di personale''. Il leader del Sappe coglie l'occasione ''per denunciare ancora una volta la circostanza che il Dap, tra l'anno 2006 e 2007 aveva previsto, con apposite lettere circolari, l'invio di 32 unita' in totale presso la Casa circondariale di Messina. Unita' che misteriosamente non sono mai pervenute e di contro si sono avute almeno dieci unita' poste in quiescenza''. ''Da evidenziare infine un sovraffollamento non indifferente -conclude Capece- che vede la presenza attuale di circa 370 detenuti, a fronte di una capienza di circa 200''.

Dai blog