Cerca

Equitalia: pacchi bomba e buste sospette, dal 9 dicembre nel mirino/Cronologia

Cronaca

11 Gennaio 2012

0

Roma, 11 gen. - (Adnkronos) - Il primo pacco bomba recapitato a Equitalia arriva nella sede di via Millevoi, a Roma, il 9 dicembre scorso. L'ordigno esplode nelle mani del direttore generale, Marco Cuccagna, che rimane ferito a una mano e agli occhi. Gli investigatori sottolineano fin dalle prime ore che potrebbe trattarsi di un'altra 'campagna natalizia' dei gruppi di ispirazione anarco-insurrezionalista. All'interno del plico viene trovato un volantino con la sigla della Federazione Anarchica Informale (Fai). I contenuti del volantino sono legati al caso del pacco inviato, il giorno precedente, l'8 dicembre, alla sede della Deutsche Bank di Francoforte.

Il 12 dicembre un grosso petardo esplode davanti alla sede di un'agenzia di Equitalia a Napoli. La deflagrazione causa il danneggiamento della parte inferiore della saracinesca in ferro dell'ingresso in corso Meridionale. Il 15 dicembre una busta, con all'interno polvere pirica e un innesco, viene intercettata nella sede di Equitalia a Roma sul lungotevere Flaminio. L'ordigno viene disattivato dagli artificieri della questura di Roma.

Il 20 dicembre una busta senza mittente contenente polvere bianca viene recapitata alla sede di Equitalia di via Millevoi. (segue)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media