Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tibet: polizia spara nel Sichuan, fonti locali denunciano 6 morti

default_image

Esteri

  • a
  • a
  • a

Pechino, 24 gen. (Adnkronos/dpa) - Potrebbero essere sei i manifestanti tibetani uccisi ieri dalla polizia nella prefettura autonoma Tibetana di Garze, nella provincia sud occidentale cinese del Sichuan. Lo denunciano fonti locali e dei tibetani in esilio citate da Radio Free Asia, mentre le autorita' affermano che un manifestante e' stato ucciso e cinque poliziotti feriti quando decine di persone, fra cui dei monaci, hanno attaccato una stazione di polizia con sassi e bastoni. Le fonti tibetane sostengono invece che la polizia ha aperto il fuoco contro manifestanti pacifici. I fatti sono avvenuti nel primo giorno del Capodanno cinese in una prefettura nota per la forte identita' tibetana, nella contea di Luhuo, chiamata Draggo dai tibetani. Secondo la International campaign for tibet, che parla di tre morti, la manifestazione e' iniziata dopo che sono stati distribuiti volantini che invitavano a non celebrare il Capodanno cinese, In quest'area ben 17 tibetani si sono dati fuoco per protesta sin dal marzo dell'anno scorso e il volantino annunciava una nuova immolazione in occasione del capodanno tibetano che cade il mese prossimo.

Dai blog