Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giustizia: procuratore generale Bologna, attenzione a aggregazioni mafiose in regione (2)

default_image

Cronaca

  • a
  • a
  • a

(Adnkronos) - Per Ledonne "una valutazione complessiva di cio' che e' emerso a seguito delle indagini porta a ritenere che quelle presenze non sono affatto occasionali perche' le circostanze in cui sono state rilevate appaiono chiaramente dimostrative nella volonta' delle organizzazioni di insediarsi stabilmente nelle province dell'Emilia Romagna per acquisirne le piu' importanti attivita' economiche. E in cio' concorda l'analisi di tutte le forze di polizia giudiziaria le quali segnalano l'avvenuta penetrazione delle cosche nel circuito legale dell'economia e della finanza della regione". Per il procuratore generale "l'assenza di gravi episodi di violenza e' la riprova di quella raggiunta pace mafiosa tra i diversi gruppi finalizzata a un'equa e incruenta spartizione dei territori e degli affari. D'altra parte sintomatico della tendenza a ricercare l'accordo e non lo scontro sono le modalita' utilizzate da tempo dalle organizzazioni mafiose che hanno adottato il modello dell'associazione temporanea di imprese, la cosiddetta Ati. Ci troviamo in sostanza innanzi a una operativita' silente senza episodi cruenti delle organizzazioni mafiose il che non vuol dire meno pericolosa". (segue)

Dai blog