Cerca

Dal gip

Marra: "La Raggi mi ha implorato di entrare. Col M5s rapporti inesistenti"

11 Marzo 2017

0
Marra: "Il mio rapporto con il Movimento è inesistente. Sono una persona per bene"

Ha parlato dal gip Raffaele Marra, in merito agli illeciti che l'hanno coinvolto e al suo rapporto con il Movimento 5 Stelle: "Sono entrato sollecitato, pregato, supplicato di rientrare dall'aspettativa". 

Il Tempo riporta tutti i dettagli: "Negli ultimi mesi della campagna elettorale siccome io conoscevo il funzionario Salvatore Romeo, mi avevano chiesto di dargli un supporto. In quei giorni avevo più volte manifestato la mia indisponibilità a rientrare perché avevo già anticipato che ci sarebbero stati degli attacchi assolutamente strumentali nei miei confronti". E sul rapporto con il sindaco di Roma afferma: "La Raggi l'ho conosciuta 4 mesi fa, il mio rapporto con il Movimento è assolutamente inesistente. Ci sono i messaggi in cui chiedevo alla Raggi: se io sono un problema mandami via, non voglio rimanere a dispetto dei santi. Non siete in grado di tutelarmi? Me ne voglio andare, mettetemi in aspettativa".

Ma Marra vuole restare in carcere per uscirne soltanto quando avrà dimostrato la sua estraneità: "Rispondo a tutto ciò che la documentazione in mio possesso mi consente di documentare in maniera precisa. Io voglio rimanere in galera. Io devo rimanere qua fino a quando non sarò ufficialmente in grado di dimostrare la mia estraneità. Io sono una persona perbene, non sono un corrotto, non ho mai aiutato nessuno".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media