Cerca

37° CONGRESSO DELLA SOCIETÀ ITALIANA DI MEDICINA ESTETICA/6

Ginecologia estetica e funzionale
per i problemi della sfera sessuale

15 Maggio 2016

0

Non è solo una ‘moda’ quella della ginecologia estetica e funzionale: aspetto e funzione dell’area vulvo-vaginale sono fra loro strettamente legati e oggi i provvedimenti di cura più evoluti ed attuali possono migliorare la qualità dei tessuti e/o variarne l’aspetto e concedere alle donne uno stato di benessere esteso anche alla vita sessuale e alla terza età. A questi ‘delicati’ aspetti è dedicato il corso ECM precongressuale in collaborazione con AIGEF ‘HI-TECH GENITALIA - Live Tutorial’ al 37° Congresso della Società Italiana di Medicina Estetica SIME, grazie ad un'idea del presidente della Sime Emanuele Bartoletti e dal Segretario Generale Aigef, Elena Fasola. Obiettivo fornire ai medici estetici, dermatologi, ginecologi e chirurghi plastici gli strumenti teorici e pratici per ristabilire il delicato equilibrio tra estetica e funzione dell’organo genitale femminile, compromesso principalmente dall’invecchiamento. La sua complessità anatomica, così strettamente correlata alla funzione, fa della regione vulvo-vaginale, un organo da inquadrare sotto più aspetti. Il corso diretto dall’Associazione Italiana di Ginecologia Estetica e Funzionale AIGEF è un’occasione di condivisione delle esperienze tra più specialisti, nazionali ed internazionali, che si confrontano sulle tecniche d’avanguardia nel trattamento del dolore vulvo-vaginale mediante laser di ultimissima generazione, sull’incontinenza urinaria lieve attraverso trattamenti non chirurgici, sulla chirurgia plastica estetico-funzionale del piccolo labbro (ninfoplastica) e sul rimodellamento medico estetico e chirurgico del grande labbro (filler e lipofiling), per comprendere le indicazioni e le controindicazioni ai vari tipi di trattamento medico e chirurgico, nel rispetto della sicurezza delle pazienti e dell’obiettivo estetico e terapeutico da raggiungere; imparare le tecniche mediche più innovative e le tecniche chirurgiche più aggiornate in ginecologia estetica e funzionale; assimilare il concetto che la collaborazione tra più specialisti, anche nella pratica quotidiana, è la scelta giusta per il benessere della paziente e compreso come questo tipo di disciplina iperspecialistica è considerata eticamente e scientificamente a livello internazionale, grazie alla presenza di un ospite d’eccezione, Troy Robbin Hailparn, membro dell’American College of Obstetricians and Gynecologists (ACOG). “La Società Italiana di Medicina Estetica sta cercando di promuovere questo tipo di trattamenti sia tra i propri soci che per il pubblico – commenta Emanuele Bartoletti, presidente della SIME – perché il benessere psicologico è imprescindibile dal benessere dell’area urogenitale in un mondo in cui la vita sessuale di coppia si è allungata moltissimo. E non dimentichiamo che, in quest’ambito più che in altri, l’estetica è strettamente legata alla funzione. In questo caso, è particolarmente importante informare il pubblico perché, data la ancora scarsa conoscenza su questo tipo di trattamento e la delicatezza dell’argomento, rimane tutt’ora più facile che una paziente si rivolga al medico estetico lamentando una ruga piuttosto che un problema ginecologico”.

Per curare molti disturbi sono oggi disponibili diverse terapie innovative, utilizzabili singolarmente o in variabile associazione. Il metodo di cura più valido deve essere personalizzato ed è auspicabile possa sempre discendere dalla stretta, contemporanea e costante collaborazione delle diverse competenze professionali che AIGEF ha avvicinato. Per quanto riguarda i sintomi correlati al climaterio e all’età post-menopausale (secchezza e prurito vulvo-vaginale con rapporti sessuali dolorosi o impossibili, incontinenza urinaria), le novità in campo medico sono rappresentate dall’introduzione di nuove creme estrogeniche utilizzabili anche da donne a rischio potenziale di cancro mammario, di formulazioni di acido Jaluronico di nuova generazione, iniettabili e specifiche per la vulva e la vagina, del Plasma Ricco di Piastrine (PRP), della tossina botulinica di tipo A iniettata in vescica per il trattamento dell’incontinenza urinaria da urgenza, di particolari tipi di laser ad utilizzo endovaginale – laser CO2 e Laser Erbium-Yag frazionati – utilizzabili per migliorare i sintomi dell’atrofia vaginale ma anche per il recupero di un normale tono vaginale e la correzione di alcuni tipi di perdite urinarie. Si tratta in tutti i casi di trattamenti ripetibili ed eseguibili ambulatorialmente, e patologie quali il lichen sclero-atrofico ed il lichen planus possono beneficiare del PRP e del lipofilling (innesto di tessuto adiposo prelevato dalla stessa paziente).

L’aspetto armonioso e proporzionato dei genitali esterni femminili (piccole e grandi labbra, cappuccio clitorideo, monte di Venere) favorisce una maggior autostima della donna ed il recupero di una vita relazionale e sessuale soddisfacenti e contribuisce a mantenere funzionale l’anatomia che protegge gli organi interni. Dismorfie congenite (ad esempio piccole labbra eccessivamente sviluppate favorenti possibili disturbi e fastidi da frizione ed imbarazzi nell’indossare alcuni indumenti) oppure dovute all’invecchiamento (perdita di turgore delle grandi labbra, esaltazione dell’ipertrofia delle piccole labbra e loro iperpigmentazione, adiposità del monte di Venere) possono essere corrette con interventi chirurgici ambulatoriali eseguibili anche in anestesia locale. In quest’ambito il chirurgo deve possedere oltre ad una specifica preparazione tecnica, una capacità progettuale che gli consenta l’ottenimento di risultati naturali e armoniosi. Non ultimo il problema delle amputazioni dei genitali esterni esitate a chirurgia oncologica o a procedure tribali diffuse in molte donne africane trasferitesi nel nostro continente (MGF) possono essere corrette con interventi chirurgici ricostruttivi di competenza del chirurgo plastico e del ginecologo che abbiano perseguito una particolare specializzazione in tale ambito. (ELISA DE DONNO)

 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Tragedia umana e politica a Bologna, quanti sono in piazza a sentire Luigi Di Maio: sconcerto

Luigi Di Maio
Sardine, in manifestazione a Modena sono quattro gatti. Matteo Salvini li prende in giro: "Non spingete"
Vito Crimi capo M5s dopo Di Maio: "Ha studiato per anni, amico dei magistrati". Il reggente frega tutti?

media