Cerca

NUOVI DISPOSITIVI MEDICI

Roche e SIEDP: una partnership
per il diabete in pazienti pediatrici

30 Settembre 2016

0

E’ ormai un grido d’allarme che parte ogni qualvolta gli esperti si riuniscono, a livello locale come internazionale, in qualsiasi parte del mondo: il diabete – nelle sue diverse tipologie – è una crescente emergenza epidemiologica globale e costituisce una delle patologie a più elevato impatto sociale ed economico. Rappresenta una delle malattie cronico-degenerative più diffuse in Italia, ne soffrono circa 3,6 milioni di persone, con un’incidenza del 6,2% (più del doppio di 30 anni fa),e il trend è in costante aumento. E, purtroppo, non solo tra gli adulti e gli anziani: della popolazione affetta da diabete mellito di Tipo I si stima che circa 20 mila siano bambini e adolescenti. E questa rimane la più frequente forma di diabete per quanto riguarda l’infanzia (pari circa all’88-90% della casistica). Il punto su questa ‘emergenza’ durante due giornate di studio e informazione per la gestione del diabete in pediatria in corso a Villa Gallarati Scotti, Oreno di Vimercate, Monza organizzate da Roche Diabetes Care Italy in collaborazione con la Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica (SIEDP). E proprio da questa collaborazione nasce un tool educazionale chiamato ‘Io ci conto‘ – tra i progetti presentati durante l’evento – che aiuta il pediatra a educare bambini e genitori alla gestione del diabete.

“La piattaforma ‘Io ci conto’ ha lo scopo di mettere a disposizione di coloro che si prendono cura dei bambini/adolescenti con Diabete Tipo 1 e delle loro famiglie, un metodo per insegnare il calcolo dei carboidrati – ha spiegato il presidente della SIEDP Franco Cerutti – Con questo strumento, messo a punto da esperti del Gruppo di Studio SIEDP, il team curante potrà fornire indicazioni al ragazzo e ai suoi genitori su come gestire la terapia insulinica e mantenere un buon compenso metabolico nel rispetto di una sana alimentazione”. Il diabete in età infantile e giovanile pone rilevanti implicazioni per le decisioni terapeutiche. “La gestione del bambino con diabete coinvolge l’intera famiglia, per questo le nostre soluzioni tecnologiche ed educative sono volte a cercare di alleviare l’impegno quotidiano che la gestione della patologia richiede, oltre che per i piccoli pazienti, anche per i genitori – afferma Massimo Balestri, General Manager di Roche Diabetes Care Italy – La collaborazione con SIEDP ci ha permesso di approfondire le esigenze del mondo pediatrico e di proporre soluzioni innovative specifiche, al fine di supportare ogni giorno i più piccoli e le loro famiglie”.

Le innovative soluzioni tecnologiche di Roche Diabetes Care hanno la capacità di adattarsi efficacemente ai bisogni del paziente pediatrico, favorendo migliore aderenza alla terapia, semplicità d’uso e miglioramento della qualità di vita. La qualità di vita è un aspetto particolarmente rilevante in ambito pediatrico, considerando la propensione al gioco e all’attività fisica dei bambini e adolescenti. Per questo, per i pazienti con Diabete Mellito di Tipo 1, la possibilità di accedere alla terapia insulinica sottocutanea continua con microinfusore (CSII) è una straordinaria opportunità per gestire la propria patologia in maniera efficace e sicura. Numerose evidenze cliniche dimostrano la maggiore efficacia della terapia CSII nel raggiungimento del controllo metabolico. I dispositivi di Roche Diabetes Care per la CSII consentono di ricevere l’adeguato apporto insulinico in modo discreto attraverso un supporto simile per struttura e dimensioni ad un telefono cellulare. In particolare, il microinfusore Accu-Chek Insight con cartuccia preriempita offre semplicità e discrezione nella gestione quotidiana della terapia, nonché un comprovato calcolatore del bolo, che può aiutare le persone con diabete a migliorare il controllo glicemico riducendo il numero di episodi iper e ipoglicemici, nonché una riduzione dei valori di HbA1c.

“Il microinfusore può essere personalizzato attraverso innovative impostazioni - spiega la responsabile Centro Regionale di Riferimento Diabetologia Pediatrica, AOU Meyer di Firenze Sonia Toni – La basale minima impostabile a 0,02 U/hè pensata per rispondere alle esigenze dei pazienti pediatrici o con basso fabbisogno insulinico,inoltre è possibile scegliere diverse funzioni per personalizzazioni del bolo e rispondere così alle esigenze individuali della terapia, migliorando l’efficacia della terapia insulinica nei pazienti pediatrici”. Nel corso delle giornate, è stato inoltre presentato Accu-Chek Connect, sistema innovativo per la gestione del diabete a disposizione di medici e pazienti per un maggior controllo della patologia e per il raggiungimento di una migliore qualità di vita. Si tratta di un sistema modulare composto da un misuratore di glicemia, un’App per smartphone dedicata (disponibile per dispositivo Android e iPhone) e un portale su cloud. Il sistema utilizza tecnologia Wi-Fi e consente di inviare dati in tempo reale dal misuratore all’App e poi dall’App al portale.

“I sistemi di nuova generazione consentono di valutare giorno per giorno, attraverso dati precisi e costantemente accessibili, l’andamento dei valori glicemici e di conseguenza prendere decisioni più accurate ed adeguate, ritagliate sulle condizioni di ogni specifico paziente – conclude il coordinatore SIEDP Fortunato Lombardo – nella nostra esperienza per i pazienti pediatrici questo risulta quanto mai efficace e consente un rapporto più agevole con le famiglie”. La nuova versione dell’App presentata, risulta inoltre ancora più appealing grazie alla nuova grafica e ancor più semplice da utilizzare grazie all’introduzione di un calcolatore di bolo semplificato che va ad affiancarsi all’ormai consolidato Bolus Advisor Accu-Chek.

Per informazioni suIociconto: http://www.siedp.it/pagina/446/iociconto

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Scontro tra tifoserie in Basilicata, un uomo muore investito: la prima ricostruzione

Gregoretti, Pietro Grasso: "Non è disappunto, la mia posizione è giustificata dal diritto internazionale"
Brad Pitt, clamoroso bacio dietro le quinte con Jennifer Aniston. E i fan sperano in un ritorno di fiamma
Giuseppe Conte

media