Cerca

ASSISTENZA FARMACEUTICA

Partnership Università-Azienda
sul tema dei farmaci equivalenti

14 Ottobre 2016

0

Qualità, efficacia e sostenibilità del farmaco equivalente: ‘Formare i medici di domani per un futuro consapevole’ è il titolo della giornata formativa per i futuri medici organizzata all’Università di Roma ‘Tor Vergata’ con l’obiettivo di fornire ai giovani studenti una corretta informazione per una scelta consapevole al momento della prescrizione sempre a tutela dei pazienti. Come noto il farmaco equivalente, introdotto nel mercato farmaceutico italiano nel 1995, ha visto gradualmente, in questi 20 anni, aumentare le sue prescrizioni da parte dei medici e l’utilizzo da parte dei pazienti, fino ad arrivare ad un impiego superiore al 23% del totale dei farmaci di fascia A. “Siamo orgogliosi che l’Ateneo di ‘Tor Vergata’ ospiti questa giornata. È infatti assolutamente necessario che venga data l’opportunità ai nostri giovani – quelli che oggi hanno scelto di studiare da noi e che domani saranno medici attenti alla salute di tutti – di conoscere più approfonditamente un tema così cruciale, ma rispetto al quale l’informazione è ancora troppo spesso superficiale o inesatta”, spiega il professor Giuseppe Novelli, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Roma ‘Tor Vergata’.

“L’Italia rimane uno degli ultimi Paesi d’Europa per uso di farmaci equivalenti – commenta Giorgio Pistilli, Presidente del Consiglio degli Studenti dell’Università degli Studi di Roma ‘Tor Vergata’ e promotore dell’evento – Inghilterra e Germania, ad esempio, hanno una percentuale d’impiego che si avvicina al 70%. Il motivo di questa giornata formativa è quello di aumentare conoscenza e consapevolezza in noi futuri medici, sull’uso dei farmaci equivalenti, sul loro impatto economico sui sistemi sanitari e sul paziente stesso, in modo tale da garantire il miglior percorso terapeutico al minor costo”. Ha concluso la dottoressa Cinzia Falasco Volpin, Amministratore Delegato Mylan, sottolineando come “la nostra Azienda ha sempre puntato sui giovani medici, la collaborazione con l’Università di Tor Vergata è un primo passo fondamentale per formare i futuri medici, affinché diventino professionisti preparati, dando loro tutti gli strumenti per una scelta consapevole e sempre più appropriata”. (MARTINA BOSSI)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Libia, Giuseppe Conte alla conferenza internazionale di Berlino: "Lavoriamo per il cessate il fuoco"

Matteo Salvini a Cattolica: "Chiederò alla Lega di votare sì al processo sulla Gregoretti"
Nicola Zingaretti, l'appello: "L'Emilia-Romagna si salva se combattiamo tutti insieme"
"Prima l'Italiano". Scopritelo su Camera con Vista 2020, inizio di anno movimentato per la politica italiana

media