Cerca

MERCATO FARMACEUTICO

Aziende: ARIAD Italy si trasforma
e diventa Incyte Biosciences Italy

17 Ottobre 2016

0

Incyte Corporation ha annunciato nei giorni scorsi la costituzione di Incyte Biosciences Italy Srl, che precedentemente si chiamava ARIAD Italy. Nel maggio 2016, Incyte Corporation ha acquisito la società ARIAD Pharmaceuticals in Europa, ampliando la sua presenza a livello globale con una struttura integrata di ricerca, sviluppo e commercializzazione. Inoltre, l’azienda ha sottoscritto un accordo di licenza esclusiva per lo sviluppo e la commercializzazione di ponatinib in Europa. “Il team europeo si è sviluppato in modo eccellente negli anni, fornendo il proprio contributo scientifico e rafforzando la propria presenza commerciale, oltre a ottenere un know-how approfondito su come soddisfare al meglio le esigenze di pazienti e azionisti in Italia e in altri mercati europei in cui siamo presenti – ha detto Hervé Hoppenot, CEO di Incyte - Il nostro team europeo con Incyte Biosciences Italy in prima linea, collaborerà con i colleghi americani per assicurare all’azienda e ai suoi prodotti una crescita solida negli anni futuri”. L’attività di ricerca farmacologica di Incyte ha avuto inizio nel 2002, guidata dal convincimento che gli investimenti nell’innovazione avrebbero migliorato la vita dei pazienti, potuto fare la differenza nelle cure mediche e prodotto sostenibilità. La base del continuo successo dell’azienda è il personale dedicato alla ricerca, il cui obiettivo è la scoperta e lo sviluppo di farmaci innovativi e di eccellenza.

“Incyte Italy è orgogliosa di mettere a disposizione dei colleghi statunitensi ed europei esperienza, risorse ed elevati standard operativi, al fine di accelerare la crescita aziendale per i nostri azionisti e offrire nuovi farmaci a pazienti e classe medica” ha affermato Giancarlo Parisi, Direttore Generale di Incyte Biosciences Italy. I prodotti commercializzati da Incyte includono ruxolitinib, un inibitore di JAK1/JAK2 che rimane l'unica terapia approvata dalla Food & Drug Administration per la mielofibrosi intermedia o ad alto rischio e la policitemia vera incontrollata, due tipologie di tumori del sangue; e in Europa un potente inibitore del BCR-ABL approvato per il trattamento della leucemia mieloide cronica (LMC) e della leucemia linfoblastica acuta con cromosoma Philadelphia positivo (LLA Ph+) in pazienti adulti resistenti o intolleranti a specifici inibitori della tirosin-chinasi (TKI) di seconda generazione, oppure nei quali è stata identificata la mutazione T315I.

L'ampio portafoglio di prodotti Incyte include lo sviluppo di 14 molecole attive su 11 diversi bersagli molecolari: da un lato alcune terapie immunologiche che mirano a potenziare l’azione del sistema immunitario del paziente e a combattere il tumore, e dall’altro terapie a bersaglio molecolare che mirano a bloccare, direttamente o indirettamente, gli effetti delle mutazioni che provocano il tumore. Il portafoglio di Incyte include anche lo sviluppo di farmaci che potrebbero dimostrare un'utilità terapeutica al di fuori del settore oncologico. Incyte intende sviluppare il proprio portafoglio prodotti sia in monoterapia che in associazione, in modo da fornire i migliori risultati possibili ai pazienti. (MARTINA BOSSI)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Emilia Romagna, Stefano Bonaccini s'infuria con la sicurezza: "Basta, fate solo casino. Sto parlando in tv"
Emilia Romagna, papà Borgonzoni al comitato di Stefano Bonaccini: "Non mi dispiace per mia figlia Lucia"
Silvio Berlusconi telefona a Jole Santelli, Dudù "rovina" la festa di Forza Italia: imbarazzo in Calabria

media