Cerca

OCULISTICA

Chirurgia della cataratta
con il laser a femtosecondi

Lucio Buratto, oculista presidente del Centro Ambrosiano Oftalmico (CAMO), presenta la nuova frontiera dell’intervento più eseguito

L’arrivo di questo nuovo strumento “preciso, sicuro e affidabile” ha già rivoluzionato la modalità di correzione dei difetti visivi come la miopia e che ora sta rivoluzionando la chirurgia della cataratta

15 Marzo 2013

0
L’arrivo di questo nuovo strumento “preciso, sicuro e affidabile” ha già rivoluzionato la modalità di correzione dei difetti visivi come la miopia e che ora sta rivoluzionando la chirurgia della cataratta

Quando un persona vede la vista appannarsi quasi sempre vuol dire che è arrivata la cataratta. Oggi, l’intervento di cataratta non vuole dire solo rimozione della piccola lente ‘opacata’ situata all’interno dell’occhio per ridare chiarezza di vista, vuol dire anche riabilitazione funzionale e ciò avviene con l’impianto di un cristallino artificiale, frutto di una tecnologia raffinatissima. Ma, cosa molto importante oggi, questo intervento è sempre di più anche un intervento rifrattivo; cioè in mani esperte e competenti consente anche la rimozione di eventuali difetti preesistenti; cioè, se prima il paziente portava agli occhiali per miopia, per astigmatismo o per ipermetropia,  dopo l’intervento può vedere corretto anche il suo difetto preesistente! Non solo… il paziente giustamente vuole anche qualità visiva e quindi il chirurgo oculista ha il compito di dare al paziente oltre alla  quantità della visione anche la qualità. E per raggiungere questo obiettivo è necessario eseguire una chirurgia più ‘precisa’ possibile, che oltre a ridurre gli eventuali preesistenti difetti visivi, mantenga la capacità di messa a fuoco a distanza ravvicinata. A tal fine il nuovissimo laser a femtosecondi può portare molti benefici al paziente e al chirurgo; questo strumento  con la sua precisione, sicurezza, affidabilità, accuratezza, ripetibilità, ha aperto una nuova era nella chirurgia della cataratta.
L’intervento di cataratta, apparentemente semplice – o percepito così dal paziente – richiede al chirurgo anni ed anni di preparazione, grande competenza e notevole abilità chirurgica; eseguito da un chirurgo esperto però l’intervento può essere considerato sicuro ed il risultato visivo è significativamente migliore di quello ottenibile fino a pochi anni fa; tutto ciò grazie al progredire della tecnologia e della scienza medica.

La chirurgia della cataratta è un intervento che si serve ampiamente della tecnologia, che migliora con il passare del tempo. E ora, dopo decenni che medici e pazienti aspettavano questo momento, finalmente il laser può essere utilizzato nell’intervento di cataratta: si tratta del laser a femtosecondi, uno strumento che ha già rivoluzionato la modalità di correzione dei difetti visivi come la miopia e che ora sta rivoluzionando la chirurgia della cataratta.

Il laser  a femtosecondi può “rompere” in condizioni di sicurezza il materiale costitutivo del cristallino naturale opacato. E non solo.
Nella chirurgia della cataratta come solitamente viene svolta oggi con facoemulsificatore esistono diversi passaggi o step chirurgici.
Si parte con una piccola incisione alla periferia della cornea per penetrare all’interno del bulbo, poi si procede con l’apertura dell’involucro anteriore della cataratta per arrivare alle strutture opache interne del cristallino opacato (cataratta), quindi si frantuma la parte centrale della cataratta con una  con una sonda ad ultrasuoni; i frammenti poi vengono aspirati con un sistema di irrigazione ed aspirazione prima di introdurre il cristallino artificiale nell’involucro della preesistente cataratta. Il laser a femtosecondi permette di eseguire il taglio corneale monitorando la sua estensione e profondità, consente anche il taglio dell’involucro anteriore per il raggiungimento della parte opaca catarattosa ed infine permette di frantumare la cataratta stessa per la successiva aspirazione. Le incisioni sulla cornea, necessarie per rimuovere i frammenti della cataratta e inserire poi il cristallino artificiale, sono molto precise, nette e facilmente programmabili e riducono il problema del possibile astigmatismo corneale postoperatorio, indotto dall’operazione, con possibilità anche della correzione di quello preesistente. L’incisione con laser sulla capsula (involucro della cataratta) permette grande precisione e aumentata sicurezza; ciò facilita l’inserimento del cristallino artificiale con una maggior certezza nella centratura. La frantumazione della cataratta con laser a femtosecondi riduce (ma non elimina ancora del tutto) l’utilizzo della frammentazione classica fatta con la sonda ad ultrasuoni che, comunque, allo stato attuale della chirurgia con femtolaser è ancora necessaria; poter usare il laser è comunque già un grande vantaggio perché minore è la manipolazione meccanica all’interno dell’occhio, minore è il rischio che le strutture possano soffrire per l’intervento.

Oggi la chirurgia della cataratta comporta quindi: incisioni microscopiche, parte dell’intervento eseguito con laser, aspirazione dei residui catarattosi ammorbiditi con il laser, e, contemporaneamente, avviene la rimozione anche di eventuali difetti visivi esistenti prima (cioè miopia, ipermetropia e astigmatismo). Se indicato può anche essere inserito un cristallino multifocale che consenta visione da lontano e da vicino senza occhiali. Un grande e radioso futuro per che ha problemi di cataratta e non solo! Il vantaggio nell’utilizzo del laser in alcuni passaggi chirurgici è sicuramente la precisione del taglio, la sua prevedibilità, la sua riproducibilità, la maggior possibilità di pianificazione soprattutto in funzione dell’impianto di lenti multifocali e accomodative. Con il laser, il paziente riceve un intervento senza che siano utilizzati  taglienti (aghi, bisturi, etc.). Il laser a femtosecondi è una realtà che ha un grande futuro nella chirurgia della cataratta. (LUCIO BURATTO)

www.camospa.it – 02 6361191

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Scontro tra tifoserie in Basilicata, un uomo muore investito: la prima ricostruzione

Gregoretti, Pietro Grasso: "Non è disappunto, la mia posizione è giustificata dal diritto internazionale"
Brad Pitt, clamoroso bacio dietro le quinte con Jennifer Aniston. E i fan sperano in un ritorno di fiamma
Giuseppe Conte

media