Cerca

VALUTAZIONE DEGLI ESITI DELLE CURE

Programma Nazionale Esiti (Pne)
Ok al Comitato Nazionale Agenas

Per il presidente Luca Coletto e il direttore generale Francesco Bevere: “con l’ingresso delle principali componenti istituzionali del Ssn saranno garantite centralità, terzietà ed obiettività”

7 Agosto 2017

0
Programma Nazionale Esiti (Pne)Ok al Comitato Nazionale Agenas

Cambia la strategia di Agenas in tema di valutazione degli esiti delle cure e l’ente costituisce il Comitato Nazionale Pne, aprendo ad altre istituzioni, quali il Ministero della Salute, il Miur, l'Iss, l'Aifa e ai rappresentanti di Cittadinanzattiva; le regioni sono presenti ognuna con un proprio delegato. «L’istituzione del Comitato nazionale Pne, con l’ingresso delle principali componenti istituzionali del Servizio Sanitario Nazionale (Ssn), la conferma del pieno coinvolgimento delle Regioni, nonché l’apertura alle  istanze dei cittadini, anche in linea con l’avvio del ‘Portale della trasparenza dei servizi per la salute’, sono ulteriori garanzie del carattere di centralità, terzietà ed obiettività del Pne, che in questo modo continueranno ad essere salvaguardate, per assicurare a tutti i cittadini le migliori performance assistenziali», dichiara il presidente di Agenas Luca Coletto. «Il nuovo assetto organizzativo è una risposta alle recenti norme di legge, che nell’ultimo biennio hanno scelto il Pne come uno degli strumenti più rilevanti per la valutazione ed il monitoraggio delle performance clinico -assistenziali e per incoraggiare e promuovere specifiche attività di audit negli Enti del Ssn, assicurando in questo modo il superamento delle criticità ed il  miglioramento continuo delle attività di cura», dichiara Francesco Bevere, Direttore Generale Agenas.

«Il Pne non è più soltanto una fotografia del ‘come’ viene erogata l’assistenza sanitaria in Italia, ma uno strumento sempre più qualificato a disposizione delle Regioni, dei direttori generali e dei professionisti sanitari, che consente di ‘giocare d’anticipo’ e di intervenire sui  difetti assistenziali, per evitare il ripetersi delle criticità che li hanno determinati. Il Comitato Nazionale Pne sarà fortemente impegnato anche a identificare specifici indicatori di valutazione degli esiti delle cure erogate sul territorio" conclude Bevere. Il Comitato Nazionale Pne è presieduto dal direttore generale di Agenas e ne sono componenti di diritto il coordinatore delle attività del Pne, indicato nella persona del dottor  Mario  Braga, il responsabile tecnico che supporterà quest’ultimo nel coordinamento delle attività scientifiche ed un rappresentante designato dalla Regione Veneto, in qualità di Ente capofila del progetto interregionale ‘Portale per la trasparenza dei servizi per la salute’. Fanno, inoltre, parte del Comitato nazionale Pne: 3 rappresentanti delle direzioni generali del Ministero della salute, 1 rappresentante dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss); 1 rappresentante dell’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa); 1 rappresentante dell'Osservatorio Nazionale della Formazione Medico Specialistica presso il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca (Miur), esperti designati da Agenas. Ogni Regione e Provincia Autonoma ha designato un proprio referente. Ai lavori del Comitato Nazionale partecipa un rappresentante di Cittadinanzattiva. (MARTINA BOSSI)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Emilia Romagna, Stefano Bonaccini s'infuria con la sicurezza: "Basta, fate solo casino. Sto parlando in tv"
Emilia Romagna, papà Borgonzoni al comitato di Stefano Bonaccini: "Non mi dispiace per mia figlia Lucia"
Silvio Berlusconi telefona a Jole Santelli, Dudù "rovina" la festa di Forza Italia: imbarazzo in Calabria

media