Cerca

TERAPIE ONCOLOGICHE

Entro l’anno attesi i risultati
dello studio ‘real life’ GioTag

Completato l’arruolamento dei pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule (Nsclc) in questo trial clinico che valuterà l’impatto della terapia sequenziale nel lungo periodo

3 Settembre 2018

0
Entro l’anno attesi i risultatidello studio ‘real life’ GioTag

GioTag, studio retrospettivo real life che valuterà l’impatto della terapia sequenziale in pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule (Nsclc) metastatico positivo per mutazioni del fattore di crescita epidermico (Egfr) raggiunge l’ultimo step: Boehringer Ingelheim ha infatti reso noto di aver completato l’arruolamento dei pazienti - in totale 204 pazienti in 10 paesi -  sottoposti a terapia in sequenza con inibitori della tirosin-chinasi (Tki) afatinib come prima linea, seguito da osimertinib come seconda linea. GioTag fornirà conoscenze sulla strategia terapeutica sequenziale con inibitori della tirosin-chinasi dell’Egfr e sul  suo effetto nel ritardare la chemioterapia per contribuire a definire approcci terapeutici per il carcinoma polmonare non a piccole cellule positivo per mutazioni Egfr, basandosi sull’analisi di dati di cartelle cliniche/dati sanitari elettronici. Lo studio è stato avviato a dicembre 2017 e si prevede che i risultati verranno resi noti nel corso di quest’anno. “Sono necessari approfondimenti sull’importanza della terapia sequenziale con inibitori della tirosin-chinasi dell’Egfr in pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule positivo a questa mutazione. Con la disponibilità di più opzioni terapeutiche, i clinici si troveranno a programmare, oltre una linea di terapia mirata, avendo presente il quadro più generale sin dal momento della diagnosi - ha commentato la dottoressa Victoria Zazulina, global head of solid tumour oncology medicine di Boehringer Ingelheim- GioTag è uno degli approcci per produrre tali evidenze da contesti real life a integrazione dei risultati ottenuti negli studi clinici randomizzati e rispondere all’interrogativo sul sequenziamento”. (MATILDE SCUDERI)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media