Cerca

INFEZIONI DEL SITO OPERATORIO

"La direzione sanitaria centrale
sui temi di igiene e di controllo"

L'opinione di Francesca Raggi (nella foto), specialista in Igiene e Medicina Preventiva, responsabile di Logistica Integrata e Gestione Operativa dei Percorsi Chirurgici presso l’AUSL di Modena sulle infezioni ospedaliere

24 Gennaio 2019

0
Francesca Raggi

Francesca Raggi

"La Direzione Sanitaria rappresenta tradizionalmente il principale riferimento per i temi di igiene e di controllo delle infezioni in ospedale, in quanto riveste un ruolo di governo e sorveglianza della struttura e risponde dell’organizzazione dei servizi. Per questo motivo, anche nell’ambito della prevenzione delle infezioni del sito chirurgico, la direzione sanitaria deve valutare i rischi presenti nella struttura, predisporre procedure per operare in sicurezza, verificare la disponibilità e la reperibilità di farmaci, dispositivi e attrezzature necessarie alla corretta applicazione delle raccomandazioni e verificare l’applicazione delle stesse. In questa logica è importante che ricopra un ruolo che potremmo definire di 'facilitatore', per promuovere l’adozione corretta di tutte quelle raccomandazioni che consentono la diminuzione dell’incidenza delle stesse infezioni. L’obiettivo di questo 'Documento di consenso sulle infezioni chirurgiche' (SSI, Surgical Site Infection) è quello di tradurre nella pratica clinica le più importanti pratiche evidence-based contenute nelle linee guida internazionali.

Per questo motivo intende essere uno strumento a supporto anche delle direzioni, fornendo suggerimenti utili a migliorare la compliance dei professionisti sanitari, superando le barriere organizzative e le resistenze culturali che spesso si oppongono a nuove procedure e raccomandazioni. Saper influenzare i comportamenti dei professionisti è estremamente importante, alla luce del fatto che il fattore che impatta di più sull’outcome clinico è quello umano. Il nostro deve essere quindi un ruolo che potremmo definire culturale prima di tutto, che sostenga la corretta diffusione delle informazioni el’adozione delle buone pratiche, ma abbiamo anche la funzione di verifica dei comportamenti dei singoli professionisti nel controllo delle infezioni: l’attenzione alla disciplina in sala operatoria, il rispetto delle norme e la tenuta di un corretto approccio al paziente".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media