Cerca

ONDA

Depressione perinatale, rinnovata
campagna per sostenere le mamme

Ne soffrono dal 9 al 22 per cento delle donne; il 70-80 per cento sperimenta nelle prime settimane dopo il parto il baby blues con sintomi lievi che, nel 20 per cento dei casi, possono sfociare in depressione

31 Luglio 2019

0
Depressione perinatale, rinnovatacampagna per sostenere le mamme

Nella lotta alla depressione nel periodo perinatale Onda, l’Osservatorio nazionale per la salute della donna e di genere, si mostra ancora una volta accanto alle mamme. Parte di nuovo la campagna ‘Un sorriso per le mamme’, nata nel 2010 con l’obiettivo di supportare le donne e le loro famiglie in questo speciale momento della loro vita. Si tratta di una campagna social sui canali di Onda e sulla pagina Facebook dedicata (https://www.facebook.com/unsorrisoperlemamme/), una brochure distribuita negli ospedali milanesi con Bollini Rosa specifica per le neomamme e nuovi contenuti e grafica per il sito di riferimento, www.depressionepostpartum.it, realizzati grazie al patrocinio di Fondazione Cariplo. Sul sito è possibile reperire informazioni utili alle mamme che soffrono di ansia e depressione perinatale, ricercare i nominativi e le attività dei centri specializzati presenti in Italia a cui ci si può rivolgere per chiedere aiuto, e accedere in modo più semplice e immediato al servizio 'L’esperto risponde' per confrontarsi con uno specialista.

“Il periodo della gravidanza e del post partum è un momento delicato nella vita di una donna che deve adattarsi a cambiamenti molto radicali - commenta Francesca Merzagora, presidente di Onda - È quindi importante riconoscere i segnali di difficoltà e supportare le neomamme in questa fase. Se però i sintomi persistono è bene rivolgersi tempestivamente a uno specialista o a un centro dedicato tra quelli ad esempio, segnalati da Onda sul sito rinnovato www.depressionepostpartum.it”. La depressione post partum è un fenomeno più comune di quanto si possa pensare, che si stima arrivi a colpire una percentuale di donne che varia dal 9 al 22 per cento. La difficoltà di avere un dato preciso deriva soprattutto dal fatto che la maggior parte della popolazione femminile ha paura a raccontare ciò che prova. Il 70-80 per cento mostra, già nei primissimi giorni dopo il parto, sintomi lievi e passeggeri di una forma fisiologica di depressione, chiamata baby blues, che possono scomparire spontaneamente dopo 7-10 giorni, ma che possono anche effettivamente sfociare, nel 20per cento dei casi, in veri e propri episodi depressivi.

Il progetto è stato realizzato con Fondazione Cariplo impegnata nel sostegno e nella promozione di progetti di utilità sociale legati al settore dell'arte e cultura, dell'ambiente, dei servizi alla persona e della ricerca scientifica. Ogni anno vengono realizzati più di 1000 progetti per un valore di circa 150 milioni di euro a stagione. Fondazione Cariplo ha lanciato 4 programmi intersettoriali che portano in sé i valori fondamentali della filantropia di Cariplo: innovazione, attenzione alle categorie sociali fragili, opportunità per i giovani, welfare per tutti. Questi 4 programmi ad alto impatto sociale sono: Cariplo Factory, AttivAree, Lacittàintorno, Cariplo Social Innovation. Non un semplice mecenate, ma il motore di idee. (ANNA CAPASSO)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Riforma della Giustizia, arriva il brano contro la prescrizione

Giuseppe Conte: "Matteo Renzi un pessimista cosmico, il governo va avanti"
Matteo Salvini da Bechis: "Conte in gita a Londra mentre l'Ilva affonda"
Plastic e sugar tax, Vittorio Cino (presidente Assobibe): "Per noi sono una rovina, il governo ci ripensi"

media