Cerca

ASSOCIAZIONE NAZIONALE ODONTOIATRI – AIO

Svapo: con il fumo alternativo
meno danni per polmoni e denti

Meno sostanze tossiche presenti significa anche un minore impatto sullo smalto dei denti e sul colore della pelle legato all’uso dei prodotti a potenziale rischio ridotto, rispetto alle sigarette

7 Ottobre 2019

0
Svapo: con il fumo alternativomeno danni per polmoni e denti

Si è tenuto nei giorni scorsi a Riva del Garda il 28° Congresso nazionale dell’Associazione Nazionale Odontoiatri (AIO). Tre giorni di lavori scientifici, dal titolo ‘Odontoiatri per il domani’, in cui professionisti e accademici si sono confrontati su temi clinici legati alla salute orale. Tra gli eventi intra-congressuali anche un’analisi aggiornata delle principali ricerche sui prodotti a base di tabacco e di nicotina dal punto di vista tossicologico e della salute orale a cura di BAT Science, il dipartimento scientifico di Ricerca e Sviluppo di British American Tobacco (BAT). Nel suo intervento Marina Trani, Group Head New Categories R&D di BAT, ha presentato le nuove prospettive legate ai cosiddetti prodotti a potenziale rischio ridotto, che includono i prodotti da vaping, quelli a tabacco riscaldato e alcuni innovativi prodotti senza fumo per uso orale. E ha illustrato lo stato dell’arte della ricerca e degli studi clinici e in vitro realizzati dall’azienda, che ha l’ambizione di trasformare il mondo del tabacco fornendo ai fumatori adulti un’ampia gamma di soluzioni alternative alle sigarette, ma con un potenziale di rischio ridotto per la salute.

“Se per le sigarette il livello di sostanze tossiche è pari al 100 per cento – ha spiegato la Trani – dalla comparazione con alcuni prodotti da vaping sviluppati da BAT, come Vype, in base ai nostri studi risulta per questi ultimi una riduzione del 99 per cento delle principali sostanze tossiche individuate dall’OMS e dalla FDA nel fumo di sigaretta. Mentre per i prodotti a tabacco riscaldato come glo la riduzione si aggira intorno al 96-97 per cento. Altri studi – ha proseguito la ricercatrice – sono in corso per supportare ulteriormente questi dati e BAT resta impegnata nella direzione della riduzione del danno da fumo”. Altri test scientifici svolti dall’azienda riguardano anche l’igiene e la salute orale: il minore impatto sullo smalto dei denti e sul colore della pelle legato all’uso dei prodotti a potenziale rischio ridotto, rispetto alle sigarette, sembra andare nella direzione giusta. “Le nostre ricerche mostrano che l’uso di questi prodotti implica una minore attività biologica rispetto alla sigaretta tradizionale, nonché minori effetti sulla decolorazione e sull’ingiallimento dei denti e della pelle. Ulteriori studi sono comunque necessari – ha concluso la Trani – per comprendere appieno i cambiamenti nel cavo orale per i fumatori che passano a questi strumenti innovativi”. In base a quanto emerso nel convegno, BAT segue inoltre rigorosi standard di qualità e sicurezza nella selezione degli ingredienti per i suoi liquidi, nell’analisi delle relative emissioni e nella scelta dei materiali usati nei suoi dispositivi, svolgendo accurati test tossicologici e studi scientifici sui suoi prodotti a potenziale rischio ridotto. (MARCO BIONDI)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media