Cerca

Gli impianti

Trecento protesi di pene in Italia: "Vi spiego come rinasce un uomo"

17 Gennaio 2016

1
Trecento protesi di pene in Italia:

Il giorno dopo l'impianto di una protesi del pene è "quello della rinascita di un uomo". A parlare all'Adnkronos è Gabriele Antonini, urologo-andrologo del dipartimento di Urologia U. Bracci dell'Umberto I. E' lui ad avere il primato delle protesi del pene impiantante in Italia, 40 su 300 totali nell'ultimo anno, secondo i dati del registro di implantologia protesica peniena della Società italiana di andrologia. "Mi sono dedicato completamente a questa chirurgia e nel tempo ho cercato di ultra-specializzarmi in questo settore cercando di raggiungere in termini di risultati degli standard qualitativi molto alti".

"Ci sono uomini che ogni giorno devono convivere con il dominante squilibrio tra un deficit, apparentemente irrisolvibile di una funzione così importante del proprio corpo, e l’essere animati da una immutata sete di voler vivere ancora quello straordinario piacere della vita che è il sesso - ricorda il chirurgo - uno squilibrio dilaniante, che nella maggior parte dei casi diventa il viatico che conduce lentamente, quasi senza accorgersene, ad ammalarsi di quel male oscuro che è la depressione".

Secondo Antonini, "una protesi è la migliore opzione chirurgica per il trattamento degli uomini con disfunzione erettile. Alcuni la considerano come l'ultima spiaggia, ma io non sono d’accordo. Un impianto al pene (l'operazione dura circa venti minuti) può essere effettuato in qualsiasi paziente affetto da disfunzione erettile organica. La maggior parte di questi problemi non riescono a risolversi spontaneamente con trattamenti non chirurgici - aggiunge - Temporeggiare significa avere un notevole e irreversibile accorciamento del pene causato dalla scarsa ossigenazione dei corpi cavernosi. Cosa ancor più grave nei pazienti affetti da 'induratio penis plastica', una condizione patologica, che determina deformità e severi incurvamenti del pene".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rubberduck

    rubberduck

    18 Gennaio 2016 - 06:06

    Poca verità e tanto business,caro dottore ha mai sentito parlare dei dispositivi Vacuum,provi con il "vaxaid"

    Report

    Rispondi

media