Cerca

Rivoluzione

"L'America non l'ha scoperta Cristoforo Colombo ma un cinese": la mappa che cambia la storia del mondo

3 Novembre 2016

5
"L'America non l'ha scoperta Cristoforo Colombo ma un cinese": la mappa che cambia la storia del mondo

Le Americhe? Le ha scoperte un esploratore cinese. La prima circumnavigazione del globo? Di un cinese. Tutto il mondo conosce Cristoforo Colombo e Magellano, ma a precederli di quasi un secolo sarebbe stato Zheng He, un eunuco di fede islamica un eroe nazionale a Pechino ma praticamente sconosciuto all'estero. A testimoniare le sue imprese ci sarebbe una mappa che un avvocato di Shanghai, Liu Gang, acquistò nel 2001 per 500 dollari. Mappa che, ricorda HuffingtonPost, è finita al centro del dibattito degli esperti perché in ballo c'è la storia del mondo. 

Il navigatore cinese ha effettuato 7 viaggi in giro per il mondo, il primo nel 1405. Per 30 anni avrebbe toccato tutti continenti (dalle Americhe alla Groenlandia, passando dal Mediterraneo e al Passaggio a nord-est) e avrebbe poi realizzato nel 1418 una mappa dettagliatissima del mondo, la cui copia del diciottesimo secolo è quella finita nelle mani dell'avvocato. A credere nella veridicità della mappa è anche l'ex-ufficiale della Royal Navy Gavin Menzies, sottolineandone i tratti tipici della cartografia cinese dell'epoca (l'utilizzo del blu, le annotazioni, le onde "a ventaglio"). Le proporzioni, i confini, le catene montuose sono talmente accurate da sembrare modernissime. Forse troppo, secondo la maggioranza degli storiografi secondo cui si tratterebbe di un falso realizzato molti secoli dopo la data presunta.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Vittori0

    04 Novembre 2016 - 09:09

    ..la storia cinese è millenaria ma...se fosse vero, Marco Polo ne avrebbe sentito parlare!!!

    Report

    Rispondi

  • frank44

    04 Novembre 2016 - 07:07

    Il Centro Giulio Aleni (gesuita bresciano in Cina dal 1610 al 1649) ha pubblicato il volume "La Cina nella cartografia da Tolomeo al XVII secolo", che descrive anche la mappa oggetto di questo articolo, con la traduzione in italiano delle descrizioni cinesi che vi sono inscritte. Questo planisfero è del 1763 come scritto nella didascalia ivi riportata nel riquadro in basso a sinistra.

    Report

    Rispondi

  • albinoalbanofree

    03 Novembre 2016 - 19:07

    Quello che può essere vero è che in tanti possono aver circumnavigato ed aver raggiunto l'America prima di Colombo ma quello che è chiaro è che Cristoforo Colomba ha di fatto aperto la strada alla presenza degli Europei anche se credeva che fossero le Indie. Infatti si aprì la strada alla presenza degli spagnoli e dei Portoghesi. Nel continente Nord Americano la presenza inglese e francese.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media