Cerca

Minaccia dallo spazio

"Un asteroide ci colpirà il mese prossimo: sulla Terra ci saranno cataclismi"

26 Gennaio 2017

15
"Un asteroide ci colpirà il mese prossimo: sulla Terra ci saranno cataclismi"

Tra un mese la Terra sarà colpita da un asteroide che innescherà tsunami distruttivi. L'asteroide in questione è stato identificato dalla Nasa che tiene sotto controllo la sua traiettoria che dovrebbe passare a circa 51 milioni di chilometri di distanza dalla Terra il prossimo 25 febbraio. L'astronomo Dyomin Damir Zakharovich, catastrofista, ripreso dal Daily Mail ha però diffuso la notizia che la massa impatterà con la Terra il prossimo 16 febbraio e avrà un effetto devastante sulla Terra. La Nasa, consapevole del pericolo, eviterebbe di diffondere la notizia solo per non creare allarmismi.

La Nasa, d'altro canto, rassicura che l'asteroide non rischia minimamente di entrare nella traiettoria della Terra. Senza contare che la massa dell'asteroide non sarebbe poi così spropositata da causare effetti così devastanti sul nostro pianeta. Il dottor Zakharovich, insieme ad altri teorici del complotto, allerta anche su un'altra possibile minaccia: pare che il pianeta Nibiru sia stato impostato per colpire il nostro pianeta nel mese di ottobre di quest'anno, attratto dalla forza gravitazionale di una stella binaria, gemellata con il Sole. Quest'ultima teoria non ha però trovato ancor alcun fondamento scientifico.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Fotonis

    05 Febbraio 2017 - 23:11

    Vi sono sempre stati asteroidi che ci sono passati anche a distanza ancora più ravvicinate e se ne sono andati per fatti loro o al massimo è cascata una pietruzza insignificate consumata nella caduta, non credo affatto alla storia dell'asteroide che soltanto perchè siamo nel 2017 dovrebbe cambiare traiettoria per fare contenti i catastrofisti che come gli zombi si nutrono della morte degli altri.

    Report

    Rispondi

  • nafcto

    01 Febbraio 2017 - 17:05

    L'asteroide è già passato, in questi giorni, alla distanza di 57.000 km dalla terra. Andate sul sito della NASA.

    Report

    Rispondi

  • pitolin

    01 Febbraio 2017 - 03:03

    Piercamillo, prof. di colpe, è un asteroide della famiglia Daviso, che già colpì verso la fine del '700 in Francia, sotto mentite spoglie come Presidente del Tribunale della Rivoluzione e oggi riappare più aggiornato e creatore di un nuovo Diritto universale, che purtroppo il Circo Barnum non può farci più conoscere, perché ha chiuso. Peccato, potevamo divertirci un pò.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

"Non è normale che sia normale”, la campagna di sensibilizzazione della Carfagna è già diventata una canzone

Donald Tusk: "La Lega nel Ppe? Ho molta immaginazione ma ci sono dei limiti"
Mes, Matteo Salvini smaschera il patto: "Salvare le banche, sì. Quelle tedesche e francesi"
Giuseppe Conte e il "sovranismo da operetta". Cosa diceva qualche mese fa

media