Cerca

Miracoli

Cialis, arriva il generico: sesso, la pillola in vendita a sei euro

19 Ottobre 2017

2
Rivoluzione Cialis: la pilloletta per fare scintille a letto. In vendita a prezzo ridotto: quanto costa oggi

Più sesso e più Cialis per tutti. Se fino ad oggi spendevate fino a 20 euro per una sola pillola dell' amore, dal 12 novembre quella magica compressa vi costerà non più di 6 euro, e la vostra disfunzione erettile andrà a farsi benedire per sempre, diventerà uno spauracchio e un ricordo lontano, ed il nuovo anno vi regalerà grandi soddisfazioni sessuali.

Sono infatti in scadenza ben quattordici brevetti di farmaci di fascia C, quelli prescritti dal medico ma che sono a carico dei pazienti, che diventeranno low cost, e che saranno sostituiti dai generici, cioè da compresse contenenti lo stesso principio attivo, che avranno identica azione, ma sulla cui confezione non ci sarà più il marchio di fabbrica, con un risparmio previsto di circa il 60%.

Il Cialis è l' esempio più eclatante. Il famosissimo farmaco che come per incanto annulla le vostre défaillance sotto le lenzuola, vedrà il suo prezzo crollare, ed il suo consumo presumibilmente aumenterà fino a doppiare le oltre due milioni di confezioni vendute ogni anno in Italia.

Era già successo in passato con il Viagra, che dopo aver perso il brevetto nel 2013 ha visto raddoppiare le vendite, oggi arrivate a quasi tre milioni, il quale però è stato quasi del tutto sostituito dal Cialis, preferito da molti uomini per la sua assenza di effetti collaterali, oltre che per la sua più rapida azione, e le compresse da 10 e 20 mg a fine anno saranno davvero alla portata di tutti, mentre quelle da 5 mg restano ancora escluse da tale riduzione di costi.

La vostra spesa per un' ora d' amore sarà comunque più che dimezzata, come anche la vostra ansia da prestazione, un bene per i consumatori, e un aiuto in più per gli amanti del sesso quotidiano od occasionale che temono di non essere all' altezza.
Ma molti sono i farmaci importanti che beneficeranno di tale scadenza, come gli antiepilettici, gli antiipertensivi, le medicine contro l' ipertrofia prostatica benigna, contro l' osteoporosi e contro il colesterolo, come il Crestor, che contiene rosuvastatina, e per il quale il Servizio Sanitario Nazionale spende ogni anno 270 milioni per acquistarlo, un costo che sarà ridimensionato dalla scadenza del brevetto.

Il valore di mercato complessivo di queste molecole è infatti di oltre un miliardo di euro, e soltanto la pastiglia per la disfunzione erettile ne vale quasi 150 milioni, cifre queste che fanno capire quanto sia sostanziosa l' entità del risparmio, oltre, ovviamente, che l' attività sessuale assistita degli italiani.

A breve, inoltre, saranno disponibili, in versione low cost, anche alcuni farmaci contro il cancro, contro le malattie cardiovascolari e del sistema nervoso centrale, mentre stanno in pratica scadendo anche i brevetti dei medicinali biologici, e sono in arrivo i relativi biosimilari. Tutto questo, si presume quasi con granitica certezza, potrà permettere di allargare la platea di pazienti che potranno giovare dei benefici delle nuove terapie, che spesso, a causa del loro prezzo, non sono di accesso immediato.

La Assogenerici, l' associazione nazionale delle industrie dei farmaci generici, plaude naturalmente a questa coincidenza, perché l' ingresso sul mercato dei similari farà abbassare anche i prezzi dei cosiddetti "originator", cioè dei medicinali di marca, perché li esporrà alla concorrenza, anche se in molti casi non gli farà perdere la leadership del mercato. Ma la polemica politica sul risparmio delle medicine non interessa affatto i consumatori, i quali ritengono i farmaci generici uno strumento molto utile per le loro tasche, soprattutto se di uso comune - spesso quotidiano -, anche se la preoccupazione che emerge in queste settimane è il rischio di abuso di tali compresse a basso costo, specialmente per quanto riguarda il Cialis, la cui molecola, il tadalafil, se assunta in sovradosaggio, può comportare effetti collaterali importanti, in primo luogo sul sistema cardiovascolare.
Infatti già oggi nessun altro farmaco di tale categoria incassa così tanto dagli italiani, quasi 150 milioni l' anno, e la stima è che l' ingresso del generico, con il prezzo abbassato del 60%, ne faccia impennare il consumo, facendolo diventare il primo in classifica delle vendite.

Il Cialis, tra i farmaci per la disfunzione erettile, è quello più conosciuto e più consumato in Italia, secondo solo al Viagra, che per l' appunto affronta lo stesso problema di salute, anche se questo ha un effetto di 36 ore contro le 4 del concorrente. Ad oggi sono ben sedici le aziende che hanno chiesto di poter produrre il generico di tale farmaco, a dimostrazione che ci si aspetta molto in fatto di ricavi e di prestazioni sessuali, e che il 2018 viene considerato l' anno d' oro di tale farmaco, e il prossimo 12 novembre sarà la sua data simbolo. Segnatevela e tenetela a mente, se avete appuntamenti hot da programmare, perché nelle farmacie italiane quel giorno le confezioni delle magiche compresse andranno velocemente a ruba, e saranno esaurite in quattro-cinque ore. Quanto il tempo di azione di una pastiglia di Cialis.


di Melania Rizzoli

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • albertoperutelli

    15 Novembre 2017 - 08:08

    D'Alema non è piu' l'anti di nessuno. Sarebbe ora che tutti questi vecchi papaveri di dx e sx si levassero dalla politica e si dessero all'agricoltura che ora va di moda e rende bene. Ma dico io: Napolitano, Cicchitto, Amato, Berlusconi, Casini e molti altri, perche' non andate in pensione. Con i vitalizi e tutto il resto, credo che non soffrirete la fame. A proposito di vitalizi a quando la so

    Report

    Rispondi

  • cujkov

    20 Ottobre 2017 - 09:09

    Un ora di amore con il cialis ma cos'è un calmante

    Report

    Rispondi

media