Cerca

Attenzione

Uova di Pasqua, l'allarme dell'esperta al New York Times: cioccolato fondente, gravissimi rischi

17 Aprile 2019

0
Uova di Pasqua, l'allarme dell'esperta al New York Times: cioccolato fondente, gravissimi rischi

Pochi giorni alla Pasqua e alla scorpacciata di uova: faremo insomma ingestione di cacao, i cui effetti benefici per la salute vengono esaltati a tutte le latitudini. Ma le cose non stanno esattamente così. Lo conferma Alice Lichtenstein, direttrice del laboratorio di nutrizione cardiovascolare dello Human Nutrition Research Center on Aging della Tufts University, che ha detto la sua all'autorevolissimo New York Times. La Lichtenstein ha spiegato come ci si possa concedere un po' di cioccolato a Pasqua, ma è fondamentale mantenere l'equilibrio: non pensate di ricavarne effetti benefici. Anzi.

"Il cioccolato contiene molti grassi derivanti dal burro di cacao, che è composto, all’incirca in parti uguali, da acido oleico, insaturo, lo stesso dell’olio d’oliva, e dagli acidi stearico e palmitico, entrambi saturi. L’acido stearico, tuttavia, non fa aumentare il colesterolo, e il palmitico è solo un terzo dei grassi presenti - sottolinea l'esperta -; in proporzione, la carne di manzo ne ha molto di più, quindi questi grassi sono meno pericolosi di quelli di altri alimenti e in parte sono positivi per la salute”.

Il cacao contiene, oltre ai grassi, sostanze antiossidanti: per questo, soprattutto negli ultimi anni, si è fatta strada l'idea che sia un toccasana per la salute. Nulla di più sbagliato. "Il cacao contiene i flavonoidi, che possono contribuire a tenere la pressione sotto controllo, a migliorare la circolazione e la memoria, e funzionano anche come antiaggreganti piastrinici - rimarca la Lichtensein -. A patto, però, che il cioccolato sia fondente, perché quello al latte ha concentrazioni molto ridotte di flavanoli e, in particolar modo, di epicatechina, forse il più importante di tutti. Ma il contributo complessivo è comunque minimo: per avere un effetto positivo misurabile, bisognerebbe consumare molto, troppo cioccolato. Le sostanze benefiche purtroppo non compensano le calorie".

Alcuni recenti studi confermano le ipotesi dell'esperta: in una ricerca che risale al 2014, pubblicata su Nature Neuoscience e condotta su 37 persone, il cioccolato era associato ad un beneficio sulla memoria. L’effetto però era visibile dopo che i partecipanti avevano assunto ogni giorno l’equivalente di 300 grammi di cioccolato, ovvero una quantità di calorie decisamente eccessiva, se si considera che 30 grammi di cioccolato con cacao al 70% contengono 170 calorie, 12 grammi di grassi, sette dei quali sono saturi. Insomma, la nutrizionista conclude insistendo sulla "quantità moderata" di cioccolato e cacao che si può assumere.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Silvio Berlusconi festeggia il centrodestra: "Viva questo vecchietto che ce la mette ancora tutta”

Matteo Salvini sulla manifestazione a Roma: "CasaPound? Piazza aperta a tutti, ma..."
Migranti, il premier Conte in Senato: "Accordo di Malta non risolutivo"
Tafida, la grande sfida del Gaslini: ricoverata a Genova la bimba affetta da lesione cerebrale

media