Cerca

Festa del gatto

Oggi è la festa nazionale del felino

17 Febbraio 2010

4
Festa del gatto
Gatti, auguri. Il 17 febbraio è il giorno della Festa nazionale del gatto. La festività e la data sono state scelte nel lontano 1990 dalla giornalista Claudia Angeletti che a quel tempo scrisse su una rivista l’idea e chiese di scegliere ai lettori il giorno ed il mese. E’ stato scelto il mese di febbraio perché è nel segno dell’Acquario, segno zodiacale degli spiriti liberi, intuitivi ed anticonformisti come solo i gatti sanno essere. Mentre la motivazione sulla data il 17, è legata alla scaramanzia e soprattutto alle sua modalità di lettura 1 e 7, cioè a dire una (1) vita per sette (7) volte, ed il gatto, per tradizione popolare, ha sette vite.

Si è voluto così ripristinare una tradizione molto antica. Ad esempio, in Egitto, si adorava la dea Bastet, divinità dal corpo umano e dalla testa di gatta, associata alla gioia, alla musica, alla sensualità e alla danza. Una volta all'anno numerosissime persone si riunivano presso il delta del Nilo per festeggiarla.
Tra i Celti, ai piedi dei Menhir, si svolgevano cerimonie sacre, alle quali partecipavano i gatti come tramite tra cielo e terra. Inoltre nei culti pre-colombiani, in onore del mese PAX, associato al Felino sacro, si tenevano spettacolari feste. Ma anche ai nostri giorni ci sono paesi che ricordano il nostro amico a quattro zampe. Ad esempio in India, ogni sei mesi si festeggia, come simbolo dell'amore e della maternità, la dea Sashti che cavalca un gatto bianco. Nel tempio di Nikko, in Giappone, il celebre Gatto Dormiente riceve tuttora offerte da turisti e fedeli.
 
Tornando al nostro paese, nel 1991 l' A.M.A., Associazione del Mondo Animale, a Firenze e il Club del Gatto a Roma hanno celebrato la Festa Nazionale del Gatto ottenendo dalle Poste, per l'occasione, l'annullo filatelico. Da quell'anno le due Associazioni stampano una cartolina commemorativa usando dei disegni donati da artisti gattofili. Dallo stesso anno, monsignor Canciani, a Roma, ha istituito per quella data, una messa con la benedizione dei gatti e dei loro compagni umani. A Firenze ogni anno viene organizzata "Gattart" una mostra collettiva di pittori specializzati in gatti. L'eco delle manifestazioni si è diffuso a macchia d'olio e negli anni seguenti Genova, Trieste, Parma, Milano e Perugia hanno deciso di festeggiare la ricorrenza con varie iniziative. Ma di anno in anno altre città si aggiungono all'elenco, desiderose di dedicare un giorno all'anno al dolce amico che ci dona tanta gioia e buonumore.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    02 Aprile 2010 - 11:11

    ma quale festa? mi sa che a queste bestie ,fanno ben altre FESTE!

    Report

    Rispondi

  • roda41

    03 Marzo 2010 - 22:10

    questo animaluccio non ispira tenerezza?

    Report

    Rispondi

  • roda41

    03 Marzo 2010 - 21:09

    scusate ma nessun cannibale viene a mangiare Bigazzi?per fortuna già ce l'hanno tolto dal video!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media