Cerca

Doppio schiaffo

Cécile Kyenge, 150mila euro non bastano. Infierisce sul leghista condannato: "Deve fare il giardiniere in casa mia"

13 Gennaio 2015

56
Cécile Kyenge

Un anno e tre mesi di reclusione più un maxi risarcimento da 150mila euro: una pena esemplare per Francesco Ranieri, leghista e attuale vicepresidente del consiglio regionale dell'Emilia Romagna, che in un fotomontaggio raffigurò l'allora ministro dell'Integrazione, Cécile Kyenge, con le fattezze di un orango. L'accusa è quella di diffamazione aggravata dalla discriminazione razziale. L'ex ministro, insomma, incasserà una bella "sommetta" a fronte di quell'offesa. Eppure non le basta. Già, perché intervistata a La Zanzara di Radio 24, la Kyenge spiega che la condanna "è un segnale importante", ma forse sarebbe stato necessario anche "un periodo ai servizi sociali". E dove, chiede il conduttore Giuseppe Cruciani? Kyenge, ridendosela, spiega: "Magari nel mio giardino. Ranieri potrebbe venire a fare i servizi sociali nel mio giardino, potrebbe curare le piante...".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pulcettomio

    02 Luglio 2015 - 08:08

    ...di banane!

    Report

    Rispondi

  • barbieb

    06 Febbraio 2015 - 15:03

    Che schifo!

    Report

    Rispondi

  • olbeludelnord

    18 Gennaio 2015 - 14:02

    Il dizionario in italiano, visto che è capibile da tutti, compresi chi ha dato il voto alla signora, la quale si appropria dei loro soldi per il suo mantenimento, dizionario degli Improperi, NON AGGIUNGO ALTRO, chi ha orecchie per capire, CAPISCA.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media