Cerca

Niet

Roberto Calderoli: "Cécile Kyenge mi ricorda un orango". Negata l'autorizzazione a procedere

5 Febbraio 2015

48
Roberto Calderoli e Cécile Kyenge

Vince Roberto Calderoli. La questione è quella ormai un po' stagionata dell'insulto rivolto all'allora ministro dell'Integrazione, Cécile Kyenge: "Quando vedo la Kyenge non posso non pensare a un orango", disse Calderoli nel corso di un comizio della Lega Nord a Treviso. Apriti cielo. Ma oltre alle polemiche, chi dalle parole passò ai fatti, fu il Movimento 5 Stelle, che ha chiesto l'autorizzazione a procedere contro il Senatore per il reato di istigazione al razzismo e diffamazione. Ora, però, sul caso si è espressa la Giunta per le immunità del Senato, che ha rifiutato di concedere l'autorizzazione a procedere contro Calderoli.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • TOMMA

    07 Febbraio 2015 - 18:06

    Sarà sicuramente una chiacchera, ma sembra che un gruppo di oranghi abbia deciso di querelare Calderoli perchè si sono sentiti offesi dal paragone.

    Report

    Rispondi

    • ramadan

      08 Febbraio 2015 - 12:12

      tu fai ovviamente parte di quel gruppo. complimenti fate proprio bene !

      Report

      Rispondi

  • ramadan

    06 Febbraio 2015 - 17:05

    per burbero 2: però se sei un rappresentante del popolo devi valutare bene prima di esprimere la tua opinione che può essere interpretata come quella della gente che ti ha eletto. poi vorrei sapere quando la keinge si è espressa male nei confonti degli italiani. se lo fatto contro calderoli e quelli che si sono espressi come lui mi pare che abbia piena ragionee abbia fatto benissimo

    Report

    Rispondi

  • jborroni

    06 Febbraio 2015 - 14:02

    ancora una volta la vergognosa omerta' dei nostri POLITICANTI e' riuscita a stendere un velo pietoso sull'ignoranza certificata di un bifolco sceso a valle dai bricchi dei nostril monti Esemplare unico di cafonaggine ed incivilta'!! chi ci potra' mai liberare da certa gente

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media