Cerca

Intervista a Libero

Marina La Rosa: "Ero Gatta morta per necessità, ora torno in televisione e..."

4 Gennaio 2017

3
Marina La Rosa, la confessione clamorosa: "Vi dico tutta la verità sul mio rapporto con Pietro Taricone"

Si presenta con gli occhiali scuri, Marina La Rosa. Non è cambiata, solo i suoi occhi svelano un po' di vita in più. La bella siciliana che fece sognare e indignare pubblico e critica impreparati al successo di quella concretizzazione pop del fenomeno orwelliano che fu il primo, vero Grande Fratello, oggi è mamma di due bimbi (Renato e Gabriele), moglie (di un avvocato napoletano) e opinionista a Il giallo della settimana, lo spin off di Quarto grado sui grandi casi di cronaca nera, andato in onda su Rete 4. "Mi ha chiamata Remo Croci (il conduttore, ndr) pochi giorni dopo la mia laurea in psicologia, sapeva della mia passione per la cronaca nera e mi ha offerto la collaborazione".

Quindi la nera è una passione per lei?
"Sì, che nasce dalla mente umana. Pensiamo che certe cose capitino solo agli altri: l' assassino non è chissà quale mostro, c' è una belva dentro ognuno di noi".

Lei sostituisce Raffaele Sollecito, ospite fisso della striscia l' anno scorso
"L' ho scoperto recentemente. Remo mi ha detto di averlo scelto perché aveva subito un' ingiustizia: conosceva bene, suo malgrado, quel mondo. È stato assolto".

Come si fa a trattare certi temi evitando di lucrare o diventare morbosi?
"Basta limitarsi a raccontarli. Noi tratteremo un solo caso alla volta: mezz' ora di approfondimento nella quale sviscerare una vicenda".

Che utilità ha, secondo lei, parlare di cronaca nera in tv?
"È un servizio giornalistico: può essere di cronaca politica, rosa oppure nera. L' accanimento su queste notizie è un bisogno dell' essere umano, come quando c' è l' incidente e tutti rallentano per guardare".

E perché alla gente interessa così tanto?
"Noi occidentali non abbiamo ben chiara una cosa: la morte fa parte della vita. Ne siamo affascinati perché la respingiamo".

Grande Fratello, calendario sexy, qualche fiction, il teatro: si è pentita di qualcosa?
"Non direi".

Nemmeno del calendario?
"Mi sono divertita, ogni esperienza mi ha in qualche modo arricchita".

Cosa significa diventare famosi senza motivo?
"Non è semplice e questo la gente non lo capisce. Io mi sentivo male: mi vedevano come una grande diva e come una grande sorella. Poi, sono arrivati gli attacchi di panico: e ho cominciato a capire che c' era qualcosa che non andava".

Cosa esattamente?
"Eravamo degli eroi del popolo senza saper fare nulla. Con tante problematiche attorno a noi, arrivano dieci stronzetti qualunque che fanno un programma e il sistema li rimpingua di soldi per fare ospitate vuote in un locale".

Fa effetto detto da lei...
"Mi domandavo: perché? Tornavo a casa con mazzette di soldi per aver fatto due sorrisi in una discoteca e mi sentivo una merda. Non perché non li meritassi io, ma mi rendevo conto che il sistema era sbagliato".

Come decise di provare a fare il programma?
"Vidi la striscetta in tv: 100 telecamere per dieci persone, vuoi partecipare? Io studiavo economia, mi annoiavo e decisi di tentare".

È vero che i vip di allora vi odiavano per l' improvvisa fama conquistata?
"Fu celebre la reazione di Alessandro Cecchi Paone e di molti altri alla Notte dei Telegatti del 2001 quando il premio per la migliore trasmissione dell' anno per attualità e cultura fu assegnato al Grande Fratello. Cominciarono a gridare la loro indignazione contro di noi".

La scoccia esser ricordata come la gatta morta?
"Era un mio atteggiamento".

Ma che vuol dire, poi: gatta morta?
"Credo che sia una che te la fa annusare: la famosa profumiera".

E lei è così?
"No, vivo il sesso liberamente. Quell' atteggiamento era figlio di un bisogno di contatto: lì stai dentro ad una scatola asettica e anaffettiva".

Ma lei si è anche innamorata in quella casa?
"Ho creduto di innamorarmi. Ma io sono vegetariana da anni e lui (Lorenzo Battistello, ndr) faceva il macellaio: mettiamola così", ride.

Ha più guardato il Grande Fratello?
"No, non mi è più interessato perché si era esaurito l' esperimento sociologico: nelle edizioni successive entravano sapendo che sarebbero diventati famosi. Noi dieci non sapevamo assolutamente cosa sarebbe accaduto dopo, ci domandavamo: ma qualcuno ci starà guardando?".

Lo facevano milioni di persone... 
"Sì, ma c' era anche un altro tipo di conduzione: Daria Bignardi era davvero una grande professionista ed era tutto molto serio e freddo. In perfetto stile orwelliano".

Ora la Bignardi è direttore di Rai Tre: cosa ne pensa?
"Era ed è una grandissima professionista".

Il Grande Fratello ha stufato?
"Sì, per questo è arrivata la novità intelligente del Grande Fratello vip".

Rocco Casalino è oggi portavoce del Movimento 5 stelle: vi sentite ancora?
"Ci siamo mandati dei messaggi. Recentemente l' ho incontrato per caso nel cortile di casa mia: era venuto a vedere un divano trovato su un sito di compravendite. Già ai tempi della casa gli piaceva la politica, diceva che voleva farla. E ce l' ha fatta".

A lei interessa la politica?
"Devo dire di no. Già soffro di colite", scherza.

Vive a Roma: cosa pensa della Raggi?
"Che bisogna lasciarle tempo. È una donna ed è giovane. La gente ha voluto qualcosa di diverso perché è stufa".

È rimasta amica di qualcuno della casa del Grande Fratello?
"Di Sergio Volpini, l' ottusangolo, che è tutt' altro che ottuso".

E con Lorenzo?
"Ci scriviamo qualche cattiveria ogni tanto su Facebook".

Non mi ha detto nulla di Pietro Taricone: eravate molto legati... 
"Dentro alla casa c' è stata una forte intesa: l' ho repressa perché capivo che Cristina Plevani, la vincitrice, ne soffriva. Usciti da lì, siamo stati molto amici. Pietro era speciale e non lo dico perché non c' è più".

Come ha saputo dell' incidente?
"Mi ha chiamata una giornalista per chiedermi un commento. Non sapevo nulla: mi sono precipitata a Terni. Gli ho voluto molto bene, per me è lui il vincitore morale di quel Grande Fratello, l' ho sempre detto. Un uomo eccezionale, coltissimo: oggi sarebbe a Hollywood".

Parliamo del futuro: parteciperebbe di nuovo ad un reality?
"Ora non me la sentirei di lasciare i bambini, ma mi interesserebbe l' Isola dei Famosi. Anche se ormai non ci vanno più i famosi, ma chiunque".

Perché le interesserebbe?
"Perché ti riduce al nulla rispetto alle tue esigenze: mi incuriosisce dal punto di vista psicologico".

Il programma che sogna di fare?
"Un format sulle carceri femminili: vorrei entrarci e vivere ogni volta una giornata con una donna diversa per raccontarne le storie".

di Simona Voglino Levy

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Skyler

    04 Gennaio 2017 - 11:26

    Un'altra che a forza di sesso ha fatto qualche passo in carriera: basta vedere come giudica la bignardi, una grandissima leccaculo con tessera di PD !!!

    Report

    Rispondi

  • 278011@hidden.com

    278011

    04 Gennaio 2017 - 11:08

    E chissenefrega raga

    Report

    Rispondi

  • elisir21

    04 Gennaio 2017 - 09:21

    Il vuoto assoluto.Uno dei rari casi in cui si cresce e si perde anche il poco che si ha !!

    Report

    Rispondi

Libia, Giuseppe Conte alla conferenza internazionale di Berlino: "Lavoriamo per il cessate il fuoco"

Matteo Salvini a Cattolica: "Chiederò alla Lega di votare sì al processo sulla Gregoretti"
Bettino Craxi, la cerimonia a Hammamet. La figlia: "Vergogna dal governo. Credo che Mattarella farà un gesto"
Nicola Zingaretti, l'appello: "L'Emilia-Romagna si salva se combattiamo tutti insieme"

media