Cerca

Morte

Blue Whale, la Iena Matteo Viviani: "Falsi i video del servizio. Ma non ho responsabilità per l'effetto-emulazione"

7 Giugno 2017

1
Matteo Viviani

Sono un falso alcuni dei video trasmessi durante la puntata che ha parlato all'Italia dell'esistenza del Blue Whale, il gioco che porterebbe gli adolescenti al suicidio. Nello specifico, di false c'erano le conversazioni con le mamme russe che avevano appena perso i figli. In un'intervista al Fatto Quotidiano Matteo Viviani, l'inviato che si era occupato del servizio, ha dichiarato: "Me li ha girati una tv russa su una chiavetta e ammetto la leggerezza nel non aver fatto tutte le verifiche, ma erano comunque esplicativi di quello di cui parlava il servizio".

La iena, insomma, finisce sotto accusa per aver diffuso il caso, diventato poi virale sul web. Non a caso gli viene chiesto se si sente responsabile per i casi registrati in questi giorni. E lui ha risposto: "Ieri sono andato in una classe e ho chiesto quanti conoscessero il Blue Whale prima del mio servizio. La metà degli alunni ha alzato la mano. Noi adulti ignoriamo parte del web, specie quella popolata dai giovanissimi. La polizia ha salvato una ragazzina che era quasi al cinquantesimo (e ultimo, ndr) giorno del gioco, quindi aveva iniziato prima della puntata".

Nonostante i falsi del servizio, dunque, l'allarme esisterebbe: è stato confermato sia dalla polizia russa sia da quella italiana. Viviani, infine, ha risposto anche alle accuse di aver innescato un meccanismo di emulazione che avrebbe spinto i giovanissimi a cimentarsi col gioco del suicidio. "Allora - risponde attaccando - non dobbiamo dare più notizie neppure sul bullismo o sul femminicidio? Non posso praticare l'omertà su un argomento e se ho contribuito a salvare anche una sola persona, il mio è stato un lavoro prezioso".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Chry

    07 Giugno 2017 - 22:10

    Sono contento che alcuni di quei video siano falsi, sarebbe raccapricciante fossero tutti veri

    Report

    Rispondi

media