Cerca

Social

Marocco, grazie alle foto su Facebook la polizia blocca le nozze della bambina di 13 anni

25 Settembre 2017

0
Marocco, grazie alle foto su Facebook la polizia blocca le nozze della bambina di 13 anni

Lui 27 anni, lei 13. Pronti alle nozze, secondo la barbara usanza diffusa nei Paesi islamici che vuole vere e proprie bambine, neanche adolescenti, impalmate uomini molto più vecchi di loro, in alcuni casi addirittura anziani. Una usanza in realtà vietata dalla legge, almeno nei Paesi più evoluti tra quelli in cui si adora Allah. Come il Marocco, dove la Moudawana (il Codice di statuto personale marocchino) dal 2004 (!) prevede che per sposarsi sia necessario aver compiuto 18 anni. Ma, stavolta, quel matrimonio non s'aveva da fare: merito dei social, e in particolare di Facebook, sul quale gli invitati hanno iniziato a postare foto della cerimonia, tra le quali c'erano anche quelle di una bambina in abito bianco. Finchè le immagini, sempre via Facebook, sono arrivate al comando di polizia di Tetouan, una città di circa 400mila abitanti nel nord del Paese. Tempo un paio d'ore e gli agenti hanno fatto irruzione nell'albero Palazzo dei fiori, dove si stavano tenendo le nozze. Hanno interrotto la cerimonia e rispedito a casa parenti e invitati, ponendo fine alla celebrazione. Secondo le statistiche del ministero della Giustizia marocchino, il numero delle spose bambine nel Paese ha toccato nel 2014 i 33.000 casi. Alla faccia della legge...

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media