Cerca

Sostenibilita

Risultati concreti con la Giornata internazionale per la pulizia delle mani

Unicef: "Un piccolo gesto che salva molte vite"

Diminuito negli ultimi anni il numero di vittime per malattie diarroiche

16 Ottobre 2012

0
Risultati concreti con la Giornata internazionale per la pulizia delle mani
Diminuito negli ultimi anni il numero di vittime per malattie diarroiche

Roma, 16 ott. - (Adnkronos) - Si è celebrata ieri la quinta Giornata internazionale per la pulizia delle mani e l'Unicef sottolinea che "la semplicità dell'atto di lavarsi le mani con il sapone, un gesto che può salvare centinaia di migliaia di bambini che muoiono inutilmente ogni anno". I dati relativi alla mortalità infantile lanciati lo scorso mese dall'Unicef, mostrano infatti che circa duemila bambini sotto i 5 anni muoiono ogni giorno a causa di malattie diarroiche, la stragrande maggioranza dei quali, circa 1.800, per malattie diarroiche dovute alla mancanza di acqua potabile e servizi igienici di base.

Anche se notevolmente diminuito negli ultimi cinque anni, ovvero da quando è stata istituita la Giornata internazionale per la pulizia delle mani, l'Unicef giudica questo dato ancora troppo elevato. "Vogliamo - afferma Therese Dooley, responsabile dell'Unicef per i temi della sanità e dell'igiene - che il messaggio si diffonda dai bambini alle famiglie, alle comunità e alle Nazioni. Arrestare la diffusione delle malattie diarroiche non è complicato o costoso, ma è estremamente importante che il lavaggio delle mani con il sapone diventi un'abitudine per tutti".

I dati sull'utilizzo di questa semplice pratica variano da Paese a Paese: nel 2010, in Swaziland il 50% delle famiglie urbane aveva l'abitudine di lavarsi le mani, rispetto al 26% delle zone rurali; in Ruanda solo il 2% della popolazione si lava regolarmente le mani con il sapone; in Mongolia il 96% delle famiglie più abbienti si lava le mani, rispetto al 10% dei più poveri.

"Uno degli ostacoli più semplici e più economici per evitare l'infezione - sottolinea l'Unicef - consiste nel lavarsi le mani con il sapone in alcuni momenti critici, come ad esempio prima di manipolare alimenti, dopo la defecazione o il cambio di pannolini". Quest'anno, il messaggio sull'importanza di lavarsi le mani con il sapone sarà lanciato da milioni di bambini in età scolare in oltre cento Paesi, in un mese di iniziative.

In Etiopia, 5 milioni di persone, compresi i bambini, parteciperanno a eventi pubblici sul lavaggio delle mani. In India, i bambini celebreranno la giornata in 1,3 milioni di scuole. Nello Yemen, l'Unicef e i suoi partner stanno inviando messaggi sms a 2,5 milioni di utenti di telefonia mobile sull'importanza del lavaggio delle mani, mentre quasi un milione di studenti parteciperà ad attività legate alla Giornata. In Vietnam, la campagna è stata lanciata con uno spot televisivo con protagonista l'attore Xuan Bac, ambasciatore per l'acqua e i servizi igienici.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media