Cerca

Sostenibilita

Apprezzamento per i valori del 'Salone del Gusto e Terra Madre' da Fassino e Cota

Ministro Catania: "Una scelta vincente, espressione dei valori e di una visione dell'agricoltura e del mondo che condivido profondamente"

Torino si candida così a Capitale del gusto e del cibo buono, giusto e sano

26 Ottobre 2012

0
Apprezzamento per i valori del 'Salone del Gusto e Terra Madre' da Fassino e Cota
Torino si candida così a Capitale del gusto e del cibo buono, giusto e sano

Torino, 26 ott. - (Adnkronos) - "L’edizione 2012 che vede per la prima volta la fusione di Salone del Gusto con Terra Madre è un evento straordinario, una scelta vincente, espressione dei valori e di una visione dell'agricoltura e del mondo che condivido profondamente. Con Carlo Petrini e Slow Food è nato un rapporto di grande intesa, come capita di rado", così Mario Catania, ministro delle Politiche agricole e forestali sottolinea l’importanza dell'appuntamento.

Un'importanza condivisa anche dalle istituzioni locali, visto che Torino si candida così a Capitale del gusto e del cibo buono, giusto e sano. La manifestazione, infatti, "concorre sempre di più alla ridefinizione dell’identità della nostra città", sottolinea il sindaco di Torino Piero Fassino, ricordando quanto la città sia cambiata e cresciuta negli ultimi vent’anni, allargando il proprio profilo e i propri orizzonti.

"La numerosa partecipazione di pubblico dimostra quanto il tema della qualità dell’alimentazione sia sempre più percepito da una vasta parte dell’opinione pubblica come rilevante per il benessere della propria vita quotidiana - aggiunge Fassino - grazie al lavoro svolto da Slow Food e da tutti coloro che si occupano di cibo noi siamo stati in grado di far percepire a una vasta opinione pubblica che l’alimentazione è strategica e decisiva al punto che sarà uno dei temi centrali dell’Expo 2015 a Milano".

Il sindaco di Torino quindi che "Torino si sta attrezzando per fare in modo che l’Expo sia un’occasione per il nostro territorio. In una fase di crisi economica - conclude - io credo che abbiamo bisogno di segnali di fiducia come ad esempio ci danno i grandi eventi come questi".

Anche per Roberto Cota, presidente della Regione Piemonte, l’enogastronomia è un punto di forza della nostra economia: "Attorno al cibo si sono sviluppate un’economia e un commercio molto importanti in questi anni. Quando noi leggiamo, in un periodo di crisi, i dati delle esportazioni, scopriamo che quelle dell’agroalimentare sono aumentate e stanno aumentando moltissimo. Quindi questo vuol dire che dietro a tutto questo c’è un pezzo importante della nostra economia che cresce e c’è una vocazione che noi possiamo sviluppare ancora di più per quanto riguarda il futuro. Va riconosciuto al Salone del Gusto il merito di aver diffuso in tutti questi anni una corretta cultura del cibo che oggi sta dando i meritati frutti".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Incendi in Amazzonia, le immagini aeree delle zone devastate. Terrificante

Luigi Di Maio, l'affondo al Pd sul taglio ai parlamentari: "Si chiariscano le idee"
Matteo Salvini brutale sulla Boschi e Renzi: "Disposto a tutto ma mai con loro due"
Ong, Mediterranea si esercita in vista del ritorno in mare: altri sbarchi in arrivo?

media