Cerca

Sostenibilita

E' Policarta l'azienda vincitrice del premio Sviluppo Sostenibile 2012

Premiata a Ecomondo

All'impresa va la medaglia d'oro per la sezione 'Rifiuti e risorse' grazie alla realizzazione del primo packaging alimentare composito multi-materiale, certificato come compostabile e riciclabile insieme agli scarti alimentari per il compost

9 Novembre 2012

0
E' Policarta l'azienda vincitrice del premio Sviluppo Sostenibile 2012
All'impresa va la medaglia d'oro per la sezione 'Rifiuti e risorse' grazie alla realizzazione del primo packaging alimentare composito multi-materiale, certificato come compostabile e riciclabile insieme agli scarti alimentari per il compost

Rimini, 9 nov. - (Adnkronos) - E' Policarta, l'azienda di Bassano in Teverina, l'azienda vincitrice del premio Sviluppo Sostenibile 2012 istituito dalla fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e da Ecomondo, con l'adesione del Presidente della Repubblica. All'impresa va la medaglia d'oro, in occasione della fiera di Rimini Ecomondo-Key Energy, per la sezione 'Rifiuti e risorse' grazie alla realizzazione del primo packaging alimentare composito multi-materiale, certificato come compostabile e riciclabile insieme agli scarti alimentari per il compost.

L'imballaggio, pur impiegando materiali diversi a base cellulosica e di bio film, è riciclabile insieme agli scarti di alimenti edè quindi in linea con la normativa europea che richiede di prevenire la produzione di rifiuti non facilmente riciclabili, promuovendo imballaggi che favoriscono il riciclo. Il materiale si aggiunge agli altri ecocompatibili realizzati da Policarta che punta su un'attività di ricerca e innovazione, allo scopo di offrire prodotti a basso impatto ambientale, elevata sostenibilità energetica, innovazione di prodotto e di processo, ampio campo di applicabilità e versatilità.

Il premio viene assegnato ogni anno alle aziende che fanno del fattore ambiente una delle leve essenziali per essere competitive, che si distinguono per attività e impianti innovativi che producono benefici ambientali, nonché positivi effetti economici e occupazionali.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media