Cerca

Sostenibilita

Cresce l'interesse dei grandi investitori europei per la green economy

Lo rileva la terza edizione dello studio "Hnwi and Sustainable Investment" dell'Eurosif - European Sustainable Investment Forum

Dall'acqua all'energia pulita +60% di investimenti 'verdi' in 2 anni

12 Novembre 2012

0
Cresce l'interesse dei grandi investitori europei per la green economy
Dall'acqua all'energia pulita +60% di investimenti 'verdi' in 2 anni

Roma, 12 nov. - (Adnkronos) - Cresce l'interesse e l'impegno degli investitori con grandi patrimoni (High Net Worth Individual, o Hnwi) nei confronti della sostenibilità. Negli ultimi due anni, gli investimenti sostenibili e responsabili da parte degli Hnwi europei hanno registrato un aumento pari al 60%, a fronte di una crescita del 18% della ricchezza totale degli stessi nel medesimo periodo. Lo rileva la terza edizione dello studio "Hnwi and Sustainable Investment" dell'Eurosif - European Sustainable Investment Forum.

Secondo lo studio, gli asset gestiti (Aum, asset under management) socialmente sostenibili raggiungono un totale di oltre 1.150 miliardi di euro, contro i 729 miliardi del 2009, una crescita che deriva principalmente da un recente afflusso di capitali da parte di nuovi soggetti (44%) e da un rinnovato e più solido impegno da parte degli investitori già presenti (37%).

Molti tra gli High Net Worth Individual hanno sperimentato negli ultimi anni scelte di investimento sostenibile e responsabile ed oggi stanno ampliando la gamma di strategie Sri (investimenti sostenibili e responsabili): lo studio mostra che il numero di Hnwi aventi più di metà del patrimonio investito in Sri è aumentato del doppio negli ultimi due anni, una percentuale pari al 25% degli intervistati. Tra i temi caldi, l'energia pulita, l'acqua e le green technology.

Lo studio, per la prima volta, include anche l'investimento d'impatto, cioè quell'investimento che misura anche l'impatto sociale e ambientale: un approccio comune tra gli investitori con grandi patrimoni, tanto che uno su due dei soggetti intervistati dice di applicarlo almeno a una parte del patrimonio. Nonostante emerga che la spinta principale verso l'investimento d'impatto sia il contributo allo sviluppo sostenibile, è interessante notare come al secondo posto si collochi il ruolo di questo tipo di investimento quale alternativa alla filantropia; il 52% degli intervistati ormai considerano l'investimento d'impatto come un vero e proprio stile di investimento.

Guardando alle prospettive future, l'87% degli intervistati ipotizza una aumento costante, o addirittura crescente dell'attenzione all'investimento sostenibile e responsabile da parte degli Hnwi, a maggior ragione, se si pensa che il settore Sri è sempre più interpretato come una pratica finanziaria estendibile a tutti i tipi di asset.

Anche se i pregiudizi sulle performance finanziarie restano una barriera verso l'adozione di strategie di investimento sostenibile e responsabile, rileva lo studio, è importante sottolineare che gli Hnwi che hanno superato lo scetticismo iniziale sono sempre più fidelizzati nei confronti di questa pratica nonostante la grande turbolenza dei mercati.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media