Cerca

Sostenibilita

Cinquecento donazioni e settemila adesioni per 'Paestumanità'

Campagna lanciata da Legambiente lo scorso marzo

Si tratta di un azionarato ambientale finalizzato all'acquisto di terreni compresi nell'area archeologica di Paestum

13 Novembre 2012

0
Cinquecento donazioni e settemila adesioni per 'Paestumanità'
Si tratta di un azionarato ambientale finalizzato all'acquisto di terreni compresi nell'area archeologica di Paestum

Roma, 13 nov. - (Adnkronos) - Oltre 500 le donazioni raccolte, più di 7mila le adesioni libere provenienti da dodici nazionalità diverse, e l'acquisto del primo lotto di terra previsto per la prossima estate. Questo il risultato ottenuto dalla campagna nazionale 'Paestumanità', lanciata da Legambiente lo scorso marzo. Si tratta di un azionarato ambientale finalizzato all'acquisto di terreni compresi nell'area archeologica di Paestum. Lo scopo del progetto, si legge in un comunicato stampa, è infatti "acquistare i terreni privati ricadenti all'interno delle mura della città della Magna Graecia, dichiarata patrimonio mondiale dell'Umanità dall'Unesco, e sviluppare, d'accordo e in sinergia con le istituzioni competenti, tutte le azioni possibili tese, oltre che alla piena tutela, alla valorizzazione dell'intera area archeologica".

"La parte attualmente visitabile della colonia achea - continua il comunicato - è chiusa all'interno dei soli 25 ettari di proprietà dello Stato sui 120 totali, i quali sono sottoposti a pesanti attività antropiche, che mettono a rischio la salvaguardia delle evidenze archeologiche ancora non portate alla luce". Il presidente di Legambiente Campania Michele Buonomo ha dichiarato che "entro gennaio l'iniziativa sarà lanciata a livello internazionale grazie al supporto di partner stranieri".

Di questo si parlerà quindi giovedì 15 novembre in occasione del convegno 'Paestumanità. Patrimonio, territorio, partecipazione', all'interno della XV edizione della 'Borsa internazionale del Turismo archeologico', a Paestum. L'intento del convegno, conclude il comunicato, è dimostrare come il progetto di azionariato popolare lanciato da Legambiente possa rappresentare una forte spinta di valorizzazione e marketing territoriale. Al progetto hanno aderito finora numerose personalità della cultura del giornalismo e dell'arte, da Andrea Camilleri a Gillo Dorfles, da Gianantonio Stella a Gianluigi Nuzzi, nonchè artisti come Vinicio Capossela e Daniele Silvestri.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media