Cerca

Sostenibilita

Il 37,8% degli italiani cambierebbe città per lavoro e maggiore sicurezza

Lo rileva il rapporto Rur-Censis 'Municipium 2012'

14 Dicembre 2012

0
Il 37,8% degli italiani cambierebbe città per lavoro e maggiore sicurezza
Lo rileva il rapporto Rur-Censis 'Municipium 2012'

Roma, 14 dic. - (Adnkronos) - Crisi economica, disoccupazione, servizi inefficienti. In cerca di un ambiente migliore e di maggiori opportunità, non sono pochi quelli che pensano di lasciare la propria città e trasferirsi altrove. Il 37,8% del campione interessato dall'indagine Rur-Censis 'Municipium 2012' si è dichiarato attratto da questa prospettiva. Il 17,5% sarebbe mosso da motivazioni legate ad opportunità lavorative, quasi il 10% dal raggiungimento di una maggiore sicurezza.

Per la fascia di età più bassa, quella compresa tra i 18 e i 29 anni, l'ipotesi di un trasferimento altrove vede la disponibilità di ben il 69% degli intervistati e in quella tra i 30 e i 44 anni del 55%. In più, il 12,7% del campione afferma che un componente della propria famiglia ha vissuto negli ultimi tre anni per più di due mesi all'estero. Tale percentuale cresce all'elevarsi del livello socio economico e per le fasce sociali più elevate si attesta addirittura al 21,6%. In questo caso, al contrario di quello che avviene nelle fasce medio-basse, la motivazione dello studio (10,9%) supera quella lavorativa (9,1%)

Infine, secondo gli intervistati, a minacciare maggiormente le potenzialità delle città sarebbero l'inefficienza della pubblica amministrazione e la cattiva politica, molto più della criminalità. I soggetti in cui gli italiani rispongono invece maggior fiducia per il miglioramento della vita nelle propria città sono volontariato e associazionismo (33,3%), forze dell'ordine (26,1%) e il sindaco (25,7%).

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Pietro Grasso a sostegno del governicchio: "M5s-Pd trovino coraggio per fare un governo di legislatura"

Buffagni (M5s): "Non mi fido di nessuno specialmente di Renzi, ma contano gli interessi degli italiani"
Zingaretti cambia idea sulle elezioni: "A Mattarella riferiremo che siamo disposti a un governo di svolta"
Rosi Bindi, messaggio ai Cinque Stelle: "Va verificata la possibilità di maggioranza solida, altrimenti voto"

media