Cerca

Sostenibilita

Nel 2012 raccolte 1.638 tonnellate di lampade a basso consumo esauste

Ancora molti gli ostacoli che limitano la raccolta dei Raee

E' il bilancio del consorzio Ecolamp

2 Gennaio 2013

0
Nel 2012 raccolte 1.638 tonnellate di lampade a basso consumo esauste
E' il bilancio del consorzio Ecolamp

Milano, 2 gen. - (Adnkronos) - Nel 2012 sono state raccolte 1.638 tonnellate di lampade fluorescenti esauste. E' questo il bilancio dell'attività di Ecolamp, il consorzio senza scopo di lucro dedito alla raccolta e al riciclo delle sorgenti luminose a basso consumo a fine vita (gruppo R5 dei Raee). Nonostante i risultati positivi sono ancora molti gli ostacoli che limitano la raccolta dei Raee. I motivi? Addetti alle vendite non a conoscenza della normativa, mancanza di contenitori per il conferimento, limitata proattività dei distributori, scarsa abitudine a tali richieste da parte dei cittadini.

"I distributori ignorano, o trascurano, gli obblighi imposti dal decreto uno contro uno e ancora pochi cittadini sono a conoscenza della possibilità di restituire il materiale esausto al momento dell'acquisto di un prodotto equivalente" commenta Fabrizio D'Amico, direttore generale del Consorzio Ecolamp.

"I nostri dati di raccolta - aggiunge - registrano un incremento del 12% rispetto al 2011, crescita proporzionalmente più consistente se si considerano i materiali pervenuti attraverso i soli canali dedicati ai professionisti del settore illuminotecnico: Collection Point, Grandi Centri e servizio Extralamp, che verrà esteso fino a giugno 2013".

Secondo D'Amico, "i consorzi non possono però essere i soli a promuovere la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti Raee, per diffondere una corretta educazione al riciclo e per rispettare i tassi di raccolta attualmente richiesti dalla normativa e quelli più ambiziosi presenti nella nuova direttiva europea sui Raee".

Il contributo del Centro di Coordinamento Raee "potrebbe far fare un notevole passo in avanti all'intero comparto Raee: inserire i dati di raccolta volontaria nei conteggi ufficiali sarebbe un giusto riconoscimento per le realtà consortili italiane che si sono mosse a favore dell'adeguamento agli standard europei".

Inoltre, conclude il Direttore del Consorzio Ecolamp, "contribuirebbe a fornire una quadro informativo conforme alla realtà, incentivando la ripresa della raccolta, che nel 2013 deve avere nuovamente il segno positivo".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media