Cerca

Sostenibilita

Elettorato di centro-sinistra più sensibile a sostenibilità e green economy

Lo rileva una ricerca Ispo

2 Gennaio 2013

0
Elettorato di centro-sinistra più sensibile a sostenibilità e green economy
Lo rileva una ricerca Ispo

Roma, 2 gen. - (Adnkronos) - Nel 2013 si svolgeranno in Italia le elezioni politiche e la green economy può influenzare le scelte di voto. Ne è convinto il 42% degli italiani mentre per il 52% i programmi orientati alla sostenibilità contano poco al fine del voto. Lo rileva una ricerca Ispo realizzata per VedoGreen su un campione di 801 individui, che ha indagato come viene percepita la 'green economy', quali sono i giudizi e gli atteggiamenti rispetto ad esso e quali le attese per il futuro.

L'elettorato più sensibile ai temi della green economy è quello che raccoglie chi si sente di sinistra o centrosinistra ed è più istruito. In particolare l'impegno concreto dei principali schieramenti politici sulle tematiche della green economy può influenzare la scelta di voto per il 61% di chi si sente di sinistra o centro sinistra, per il 49% di chi si sente di centro, il 41% di destra o centro destra e il 30% apartitico.

L'importanza della green economy nelle scelte di voto (42%) è più accentuata nei: laureati (50%); dirigenti, imprenditori, liberi professionisti (46%); chi si sente di sinistra/centro-sinistra (61%); studenti (61%) e 45-64enni (55%). In generale il 72% del campione è convinto che la green economy offre grandi opportunità per il nostro paese e il governo dovrebbe incentivarne lo sviluppo anche attraverso incentivi economici diretti.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media