Cerca

Sostenibilita

Da Clini un'agenda 'verde' per le politiche ambientali del nuovo governo

Un documento stimolo per continuare l'azione dell'esecutivo di Monti

Otto i punti chiave: green economy, 'de-carbonizzazione' dell'economia e riduzione delle emissioni, lista delle tecnologie verdi, città sostenibili e 'smart', contromisure per il clima che cambia e sul dissesto idrogeologico, cooperazione ambientale nel mondo, semplificazione e trasparenza per le autorizzazioni che non difendono l'ambiente, fiscalità ambientale al posto del fisco sul lavoro

10 Gennaio 2013

0
Da Clini un'agenda 'verde' per le politiche ambientali del nuovo governo
Otto i punti chiave: green economy, 'de-carbonizzazione' dell'economia e riduzione delle emissioni, lista delle tecnologie verdi, città sostenibili e 'smart', contromisure per il clima che cambia e sul dissesto idrogeologico, cooperazione ambientale nel mondo, semplificazione e trasparenza per le autorizzazioni che non difendono l'ambiente, fiscalità ambientale al posto del fisco sul lavoro

Roma, 10 gen. (Adnkronos)- Un'agenda 'verde' per le politiche ambientali del nuovo governo. Il documento arriva dal ministro dell'Ambiente, Corrado Clini. Otto i punti inseriti nell'agenda 'verde' di Clini: green economy, 'de-carbonizzazione' dell'economia e riduzione delle emissioni, lista delle tecnologie verdi, città sostenibili e 'smart', contromisure per il clima che cambia e sul dissesto idrogeologico, cooperazione ambientale nel mondo, semplificazione e trasparenza per le autorizzazioni che non difendono l'ambiente, fiscalità ambientale al posto del fisco sul lavoro.

L'agenda verde del ministro dell'Ambiente è un documento che "prende le mosse da quanto abbiamo fatto con il Governo Monti e vuole essere uno stimolo per le scelte ambientali del prossimo Governo" afferma Clini.

Negli otto punti, il ministro, non candidato e quindi fuori dalla campagna elettorale, indica gli strumenti della leva ambientale per l'economia, l'innovazione e l'occupazione soprattutto nelle piccole e medie imprese. "Nel paragrafo dedicato allo Sfruttamento del potenziale dell'economia verde, l'Agenda Monti, sottolinea una nota, presenta la tutela dell'ambiente come un investimento per il futuro che consente di vivere meglio il presente.

Un'indicazione strategica -prosegue la nota, che può essere sostenuta dalle misure già adottate e da quelle programmate dal Governo Monti, che hanno effetti positivi sul ciclo economico nel breve periodo e sul potenziale di sviluppo nel medio-lungo termine. Misure e programmi che sono richiamati come 'indice ragionato' dell'Agenda Verde per la Crescita.

Il documento è anche uno spunto per il dibattito cui vorranno partecipare cittadini, aziende, esponenti politici, giornalisti, imprenditori della green economy attraverso il documento e attraverso un forum web all'indirizzo http://agendaverde.mastertopforum.com/

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media