Cerca

sostenibilita

Rincari bio shopper? La risposta di Assobioplastiche

19 Settembre 2018

0
Rincari bio shopper? La risposta di Assobioplastiche

Roma, 19 set. - (AdnKronos) - "Non ci risultano speculazioni sui sacchetti bio per frutta e verdura ma siamo sempre aperti a ricevere qualsiasi segnalazione". Lo afferma all'Adnkronos il presidente di Assobioplastiche, Marco Versari, intervenendo in merito alla presunta corsa ai rincari sulle buste bio.

Secondo un articolo pubblicato su La Stampa il costo dei bioshopper nell'alimentare a carico dei consumatori arriverebbe a circa 90 euro l'anno, accumunando sia i sacchetti per il trasporto della merce che quelli ultraleggeri per l'ortofrutta.

"Quando si danno certi numeri è bene saperli circostanziare" afferma Versari sottolineando che i bioshopper per il trasporto della merce "costano 10 centesimi dal 2011". Allora "dov'è la notizia? Anche perché - ribadisce il presidente di Assobioplastiche - dal nostro osservatorio non ci risulta che le catene dei supermercati abbiano speculato sugli ultraleggeri per frutta e verdura".

Questi shopper, infatti, "sono venduti a 1-2 centesimi e rendono un servizio alla raccolta dell’umido perché al di fuori dei supermercati le buste per l'organico costano molto di più".

Le plastiche bio, dunque, conclude il presidente di Assobioplastiche, "sono amiche della raccolta differenziata della frazione organica. La legge ha dato risultati importanti riducendo di oltre il 50% il consumo delle buste monouso e anche per frutta e verdura i risultati sono positivi con una diminuzione di oltre 30%".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media