Cerca

Stato civile

Gay in prima serata: chi c'è dietro. Bignardi demolita, caos in Rai

26 Dicembre 2016

13
Gay in prima serata: chi c'è dietro. Bignardi demolita, caos in Rai

Una "operazione televisiva di indottrinamento forzato che non ha precedenti nella storia della tv italiana". Mario Adinolfi, leader del Popolo della famiglia, attacca Daria Bignardi che da stasera 26 dicembre su Rai tre per cinque prime serate consecutive, conduce il programma Stato Civile, alle 20,05 anziché alle 23, ovvero "nell'orario di massimo ascolto", una trasmissione dedicata alle unioni gay in italia e alla "propaganda dell'omogenitorialità".

Adinolfi sottolinea come "nella storia del servizio pubblico radiotelevisivo pagato dai soldi di milioni di famiglie italiane, mai si era osato mandare per cinque prime serate consecutive in onda la stessa produzione esterna, prodotta dalla Panama Film di Francesco Siciliano, figlio dell'ex presidente della Rai e esponente del Pd, amico di Monica Cirinnà che già si è sbracciata per sostenere l'operazione voluta e pagata coi nostri soldi da Daria Bignardi". Il giornalista definisce la trasmissione una "vergogna di Stato". "Non si fa indottrinamento gender a spese delle famiglie italiane nei giorni delle festività natalizie per offendere in maniera così provocatoria radici e sentimenti del popolo italiano per compiacere una piccola lobby di potenti e di amici degli amici", affonda.

E lancia un appello: "Questa operazione senza precedenti deve essere immediatamente fermata e ci appelliamo al presidente della Rai Monica Maggioni quale garante del servizio pubblico radiotelevisivo e al consigliere del Cda Paolo Messa che se facesse ogni tanto sentire la sua voce potrebbe persino trovare un senso nella propria permanenza a viale Mazzini. Chiediamo inoltre trasparenza sui costi dell'operazione, visto che ci risulta che il minutaggio di Stato Civile sia stato pagato il triplo di minutaggi analoghi per progetti di seconda serata di Raitre.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Akenar

    27 Dicembre 2016 - 15:03

    Ma dopo anni di "soldi di canone e soldi pubblici" spesi per vedere forzatamente ad ogni ora le varie Messe, Angelus e qualunque cosa salti in mente alla Rai riguardo il Vaticano, non vi pare giusto da un po' di spazio a chi la pensa diversamente e a qualche realtà scientifica che fate di tutto per contrastare?

    Report

    Rispondi

    • blu_ing

      27 Dicembre 2016 - 18:06

      ne abbiamo sinceramente le palle piene di froci e C: sostanze arrivavano dall’Olanda e venivano spacciate nei festini tra omosessuali a Milano. Sono stati i carabinieri Un giro di droghe utilizzate nei festini tra omosessuali. E’ quanto hanno scoperto i carabinieri di Abbiategrasso che nei giorni scorsi hanno eseguito quattro ordinanze di custodia cautelare in carcere per spaccio di stupefacenti.

      Report

      Rispondi

      • ilfrocio

        28 Dicembre 2016 - 19:07

        ma guarda un po' se ne scoprono sempre di nuove: gli eterosessuali non si drogano, miracolo! Ma per favore, si faccia una vita e la smetta di guardare quello che fanno gli altri, non sono cose che la riguardano.

        Report

        Rispondi

  • Bolinastretta

    27 Dicembre 2016 - 14:02

    ennesimo motivo per non guardare la RAI3. Magari con l'aiuto della Bignardi riusciamo anche a farla chiudere.

    Report

    Rispondi

  • OddioilGender

    27 Dicembre 2016 - 13:01

    ahhahahahah se solo Adinolfi avesse un lavoro serio ed una vita avrebbe meno tempo per dire cavolate. Preferisco vedere l'amore piuttosto che la farfalla di Belen e continue sparatorie e uccisioni di donne in prima serata.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media