Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

L'Eredità, il professore Niccolò Pagani scende in campo con le sardine: "Al loro servizio"

Marco Rossi
  • a
  • a
  • a

Il Corriere della sera ha intervistato Niccolò Pagani, 33 anni, torinese, professore della scuola media Don Bosco, a San Benigno Canavese che circa un mese fa ha lasciato il programma L'Eredità, dove continuava a vincere, perché sentiva l'esigenza di tornare dai suoi studenti. Oggi, sarà con le sardine: "In piazza Castello (dove si terrà martedì 10 dicembre dalle 19 il primo raduno torinese delle sardine) ho sentito le interviste di Mattia Santori. Mi ha colpito in lui soprattutto un particolare: l'utilizzo del linguaggio, il modo quieto e pacato con cui afferma i suoi valori", racconta. "Quei valori che io cerco di riproporre tra i banchi: rispetto, lealtà, schiettezza, onestà, il riconoscimento e l'ampliamento dei diritti. Mi sembra doveroso come cittadino essere in piazza. Ma non solo". Leggi anche: L'Eredità, Niccolò Pagani lascia il quiz Pagani racconta di voler sfruttare il suo successo mediatico al servizio delle sardine: "Con l'Eredità sono diventato una specie di megafono di temi molto sentiti nell'opinione pubblica. C'è una maggioranza silenziosa che ha deciso, in maniera coraggiosa, di riempire quelle piazze libere per chiedere un cambiamento. Voglio supportarla". Infine nell'intervista rivela di avere in progetto di pubblicare un libro: "Vorrei raccontare storie. Ma da quando faccio il professore il tempo è poco. Ho un racconto nel cassetto, ma il finale è ancora nella mia testa". Alla domanda se in futuro voglia occuparsi di politica, il professore smentisce l'idea: "No, voglio tenere alta l'attenzione. Che la gente riconosca che educazione e gentilezza siano valori condivisibili".

Dai blog