Cerca

A Mattino 5

Grande Fratello Vip, Salvo espulso: un dramma in famiglia. La moglie Giusy: "Non sta bene, non lo riconosco"

14 Gennaio 2020

0
Grande Fratello Vip, Salvo espulso: un dramma in famiglia. La moglie Giusy: "Non sta bene, non lo riconosco"

Adesso la moglie di Salvo Veneziano, il pizzaiolo storico del primo Grande Fratello squalificato lunedì dopo le frasi choc contro Elisa De Panicis nella casa del Grande Fratello Vip, rompe il silenzio dopo quello che è accaduto a suo marito. Lo fa, per la seconda volta a Mattino 5. E dice: "Non sta bene. L'ho sentito". "Ribadisco che non condivido né la forma né il contenuto delle dichiarazioni di mio marito, chiedo scusa a nome suo - ha spiegato Giusy Merendino a Federica Panicucci -. In realtà, io non l'ho neanche riconosciuto. Conosco benissimo mio marito, so che non è una persona violenta", precisa la moglie di Salvo. Che ieri, tra l'altro, era in diretta a Pomeriggio 5 per ribadire - ancora una volta - lo stesso concetto.



"o non sto difendendo mio marito, se mio marito fosse una persona violenta non sarei seduta su questa sedia. Io lo conosco da 20 anni e non è una persona violenta. Certo che mi ha ferito, ho dei figli a casa. Ho sentito una persona molto ferita, una persona che in questo momento non sta bene. Inizialmente non si è reso conto, quando poi gli hanno fatto vedere lì lui si è reso conto. Ha chiesto scusa agli autori, a tutti, a me, alla figlia e chiede scusa a tutte le donne", conclude la moglie di Salvo. Il colpo di scena, però, nella prossima puntata del GF Vip è dietro l’angolo.

di Francesco Fredella

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Gregoretti, Giancarlo Giorgetti: "La maggioranza vuole il processo politico, la gente sta con Matteo Salvini"

Giorgetti contro il Pd: "Ci deridono per i comizi? Loro organizzano  solo giovanotti che cercano di impedirli"
Luigi Di Maio corregge il tiro dopo la gaffe: "Italia informata dagli Usa subito dopo il blitz a Soleimani"
Paolo Becchi sulla legge elettorale: "La Consulta può ammazzare il maggioritario e favorire l'ingovernabilità"

media